E' una CDM che non smette di crederci. Lombardo: ''Il segreto? La fiducia reciproca nel gruppo''

Il cuore sopra ogni cosa, gettato oltre l’ostacolo. Si riassume così l’identità di una CDM Futsal che tutto vuole fare fuorché darsi per battuta. Anzi, ben altro. I liguri sono vivi e fortemente decisi a giocare fino in fondo per conservare la presenza in Serie A anche per la prossima stagione: e quella che sembrava una situazione disperata solo alcune settimane fa si è trasformata in una convinta opportunità da sfruttare, perché il playout adesso è a soli due punti e gli ultimi risultati hanno fatto salire a quote inattese l’entusiasmo.


Anche il Mantova è andato ko di fronte a questa motivatissima CDM, che ha ribaltato il vantaggio di Leo con i gol di Piccarreta e Ortisi, allungando fino al 4-1 con Sviercoski e Vega. E poi difendendo alla morte, con la scimitarra tra i denti, un risultato meritato e condotto in porto con assoluta caparbietà. Una fase difensiva accanita quella vista nei cinque minuti finali contro i virgiliani, per la soddisfazione di mister Michele Lombardo.


“Anche secondo me ora facciamo una buona difesa, questo perché abbiamo finalmente trovato una quadratura tattica e siamo molto più compatti. E poi ognuno ha fiducia del compagno. Come ho sempre detto, a mio modo di vedere le partite si vincono in difesa. Aver retto senza concedere spazi giocabili al Mantova sul loro ‘5vs4’ é il frutto di una preparazione alla partita fatta in settimana con l’ausilio dalle sedute video”.


Il campionato si ferma per gli spareggi che assegneranno le sei caselle ancora vuote nella Final Four di Coppa Italia. E a Dosson si ripresenterà una CDM forse ancor più determinata di quella che solo la scorsa settimana rimontava tre gol nel finale alla terza forza del massimo campionato. Che il colpo gobbo sia nelle corde di Lombardo & C.? Ma di sicuro la testa del tecnico è già proiettata per la successiva e decisiva trasferta di Eboli.


“Noi ci proviamo, assolutamente - assicura - ma saremo nuovamente contati. Avremo fuori Ortisi, che era in diffida e sabato ha preso un’ammonizione gratuita, e Pizetta, ancora squalificato. E’ vero, tornerà Foti, ma così è sempre tutto difficile. Che dire? Che magari i ragazzi mi sorprenderanno nuovamente”.