Eterno Gigi Asquer, il suo gol però non basta alla Leo: “Mantova ottima squadra, ci abbiamo provato”

Nonostante la sconfitta contro un Mantova che sembra inarrestabile, la Leonardo è andata vicina a strappare punti pesanti in casa della capolista, riaprendo più volte la partita e subendo di fatto il gol che ha chiuso i giochi a un minuto dalla fine, perdendo per 6-4. Il gol del 5-4 porta la firma dell’eterno Gigi Asquer.

“Una bellissima gara; malgrado la nostra sconfitta abbiamo fatto una gran bella figura. Chi ha visto la partita ha assistito ad un grande spettacolo. Il Mantova ha un’ottima squadra, grandi individualità con Titon su tutti che sta facendo la differenza.  

E proprio la tua rete aveva rimesso tutto in discussione nel punto del 5-4…

“Sì, al 14’ siamo andati sul 5-4 e credo che il Mantova abbia in qualche modo sofferto il nostro possesso e la nostra voglia di pareggiare. A 1’08’’ dalla fine siamo usciti col portiere e abbiamo mancato l’occasione del 5-5, venendo puniti sul ribaltamento di fronte. Ce l’abbiamo messa tutta e credo che abbiamo creato qualche problema alla capolista facendole sudare questi tre punti”.

Cinquant’anni e non sentirli e da quest’anno il passaggio alla Leonardo in questa nuova avventura sportiva.

“Cinquant’anni e non sentirli? Non è proprio così. Mi posso ritenere fortunato perché ho un fisico integro che a questa età mi dà ancora la possibilità di giocare. Ho voglia, ho stimoli e trovarmi con compagni diciottenni mi rende orgoglioso e se posso dare loro il mio contributo per crescere, lo faccio volentieri. Sono arrivato alla Leonardo quando non pensavo che potesse esserci questa occasione; un club che mi ha voluto da subito e col quale non abbiamo avuto alcun problema a trovare l’accordo. Una società bellissima che mi ha messo a disposizione tutto e anche i ragazzi sono splendidi e mi sembra di essere un padre per loro. Anche con l’allenatore mi trovo benissimo e con lui ho un contatto quotidiano. Vorrei inoltre sottolineare che nei tre anni che ho trascorso al Sestu mi sono trovato benissimo. Col presidente e col direttore generale c’è un ottimo rapporto e mi è dispiaciuto, ma c’era bisogno di un cambiamento. È un privilegio trovarmi qui alla Leonardo, una società attrezzata e positiva per chi come me vuole continuare a giocare, ma anche per chi ha voglia di iniziare nel calcio a 5: è l’ideale”.

Asquer conclude analizzando gli obiettivi stagionali.

“Ci misuriamo con sei-sette squadre e cercheremo di vincere e centrare la salvezza. È un ottimo campionato, un bel girone con compagini di alto livello. A noi sta mancando sicuramente Dos Santos, e con lui ci manca un importante riferimento in attacco. Speriamo di recuperarlo al più presto ed a lui va il mio personale ‘in bocca al lupo’ per una pronta ripresa”.