Eur, Keko tuona: "Serve un'immediata inversione di tendenza, ma guai a sottovalutare il Prato"

Dopo le battute a vuoto contro Cesena e Genzano vuole tornare a correre l’Eur Calcio a 5 che sabato pomeriggio ospiterà il Prato, fanalino di coda del raggruppamento, per la giornata numero 25 della Serie A2. Un’occasione ghiottissima per Vinicius Bacaro e compagni per tornare a muovere una classifica che vede i ragazzi di Paolo Minicucci occupare attualmente la dodicesima posizione con 15 punti all’attivo.

L’obiettivo dichiarato è quello di ritrovare i 3 punti, ma guai a lasciarsi influenzare dal ruolino di marcia dei toscani che (proprio come l’Eur) fino a questo momento hanno raccolto sicuramente meno rispetto a quanto avrebbero meritato. Come sa bene Keko, uno che la squadra di Andrea Bearzi la conosce bene, avendo militato fino a 3 mesi fa, circa a 20 km da lì, con la casacca del Pistoia.

“Dopo la pesante sconfitta di Genzano serve immediatamente una decisa inversione di tendenza – le parole del pivot classe 1992, autore sin qui di 8 reti in 9 presenze con la maglia dell’Eur – ma guai a pensare che contro il Prato potrà essere una partita facile. Si tratta, infatti, – continua il bomber – di una squadra che ha sicuramente meno punti rispetto a quelli che avrebbe dovuto avere, motivo per cui sarà un match non semplice da affrontare”.

L’Eur, però, è pronto.

“Rispetto alla partita di Genzano abbiamo recuperato diversi giocatori – sottolinea il numero 13 – e non vediamo l’ora di scendere in campo per vincere questa partita e renderci protagonisti di un finale di stagione positivo. Dopo quella con il Prato infatti mancheranno 5 partite – chiosa Keko – e vogliamo provare a fare più punti possibili per concludere bene questa stagione e gettare già le basi per quella prossima”.

Alessandro Bellardini