Il Cesena si morde le mani: non basta andare quattro volte in vantaggio, con l'Italpol finisce 5-5

La Futsal Cesena esordisce per la prima volta nella sua storia in Serie A2 e comincia ad assaporare quello che, rispetto alla Serie B, appare subito un altro mondo. Avanti per quattro volte (al 15 del primo tempo addirittura sullo 0-2) e costantemente recuperata dalla squadra di casa, che ha dimostrato un buon tasso tecnico e una gran voglia di non mollare mai. 

LA CRONACA - I primi minuti della nuova stagione sono tutti di marca bianconera, che sulle fasce domina con Jamicic e impegna severamente Basile in più circostanze. Il primo gol della nuova avventura bianconera è in realtà un autogol, perché sulla splendida conclusione volante di Zandoli è Garcia a deviare alle spalle del proprio portiere. La squadra di Osimani carica di falli i romani e al 15, in virtù del sesto per l’Italpol, è Gardelli a presentarsi sul dischetto del tiro libero e a far esultare i suoi tifosi per il gol dello 0-2. 

A quel punto forse i romagnoli allentano la presa sulla partita e nel giro di due minuti Ippoliti la pareggia, dapprima con una pregevole conclusione al volo e poi da due passi sul secondo palo. Il primo tempo sembra ormai avviarsi alla conclusione ma al 19 è il croato Jamicic a riportare avanti gli ospiti con un perfetto diagonale che bacia la parte interna del palo ed entra in rete. 

Finita qui? L’Italpol non è d’accordo e riesce a trovare il pari sugli sviluppi dell’azione successiva con Garcia, che a un secondo dalla fine ha l’occasione per portare i suoi in vantaggio ma è il palo a opporsi al suo velenoso diagonale. 

L’inizio del secondo tempo pare una replica dei primi minuti di gara, con la Futsal Cesena alla ricerca del gol e con uno strepitoso Basile a negare la rete a Pires prima e a Gardelli poi. Al 6 è l’Italpol ad andare vicino al gol con Di Eugeni, ma Montalti è monumentale e devia in angolo. Un minuto dopo Badahi segna direttamente da calcio di punizione sorprendendo Basile, ma così come era successo nel primo tempo i locali trovano subito la forza per pareggiare grazie a Marchetti che beffa il numero 1 bianconero sotto le gambe. 

Le emozioni però non finiscono qui, perché sono ancora i romagnoli ad andare in gol grazie a una perla di Gardelli, bravissimo a difendere palla spalle alla porta e a scagliare un destro imparabile per Basile. L’Italpol comincia allora a giocare col portiere di movimento e al 16, al termine di un’azione perfetta, va in gol con Kamel appostato sul secondo palo. 

Gli ultimi assalti sono tutti bianconeri, con Montalti che al 19 in uscita subisce fallo: Di Eugenio espulso per doppia ammonizione e tiro libero di Gardelli respinto da Basile. La squadra di Osimani avrebbe ancora trenta secondi da giocare in superiorità numerica ma non riesce più a impensierire i padroni di casa, accontentandosi dunque di un buon pareggio all’esordio in campionato.

Nicolas Brasini - Ufficio Stampa


ITALPOL-FUTSAL CESENA 5-5 (pt 3-3)

ITALPOL: Basile, Garcia, Tartabini, Cascapera, Del Ferraro, Dall Onder, Di Eugenio, Marchetti, Da Silva, Ippoliti, Kamel, Pizzoli. All.: Mannino.

FUTSAL CESENA: Montalti, Zandoli, Piallini, Bonetti, Pasolini, Hassane, Venturini, Badahi, Gardelli, Michelotti, Pires, Jamicic. All.: Osimani.

ARBITRI: Nappi di Ercolano, Barbato di Castellammare; crono: Mella di Roma 1.

MARCATORI: pt 11 Garcia (aut., FC), 15 Gardelli (tl, FC), 17 e 19 Ippoliti (I), 19 Jamicic (FC), 20 Garcia (I), st 7 Badahi (FC), 8 Marchetti (I), 12 Gardelli (FC), 16 Kamel (I).

NOTE: ammoniti Del Ferraro (I), Di Eugenio (I), Gravina (I), Hassane (FC), Badahi (FC), Kamel (I). Espulsi nel st Di Eugenio (I) per somma di ammonizioni e l’allenatore dell’Italpol, Mannino, per proteste.