Ferla, è tempo di bilanci. Veca: “Peccato per lo spareggio. Futuro? Ci stiamo già lavorando…”

Tempo di bilanci in casa Ferla. Se da una parte c’è la delusione dopo la sconfitta nello spareggio intergirone contro l’Alcamo, dall’altra c’è la consapevolezza in casa giallonera di aver disputato una ottima (prima) stagione conclusa al secondo posto, con oltre dieci punti di stacco dal terzo, e con la possibilità che il futuro ripartirà proprio dalle basi e dai presupposti creati quest’anno.

“Inutile negarlo, ma la delusione è parecchia in quanto siamo consapevoli di non aver disputato una buona gara caratterizzata da vistose disattenzioni” ammette ai nostri microfoni il presidente Gino Veca (in foto con i suoi gioielli).

Presidente, cosa è mancato al Ferla in generale per il salto di qualità? Forse i troppi infortuni hanno inciso tanto in Coppa Italia quanto in campionato?

“Come prima stagione in C1 non possiamo di certo lamentarci. Dispiace soltanto non aver avuto a disposizione la rosa completa già dalla prima gara di campionato. È comunque altrettanto vero che non cerchiamo alibi e che l’Acireale ha senz’altro meritato il titolo, disputando un campionato di altissimo livello con 20 vittorie su 24 partite. Il bilancio generale rimane positivo nonostante la delusione accennata prima, considerato principalmente che siamo stati protagonisti in tutta la stagione avendo chiuso la regular season a +12 dal terzo posto”.

E si sta già lavorando per il futuro.

“Per quello che riguarda il futuro, posso solo dire che siamo ripartiti già 48 ore dopo la sconfitta che ha chiuso la nostra stagione. Non possiamo assolutamente concedere nessun vantaggio ai nostri avversari per un girone di C1 che si prospetta nuovamente durissimo. Richiesta di ammissione? Assolutamente no. Ad oggi siamo dell’idea che non avendo meritato il salto di categoria, rigiocheremo la C1 con l’obiettivo di fare un campionato di alto profilo e con la consapevolezza che senza la giusta voglia e cattiveria sportiva difficilmente raggiungeremo l’obiettivo”.

Tempo di ringraziamenti per il massimo dirigente siracusano.

“A stagione finita un doveroso ringraziamento devo farlo a tutti i numerosissimi sponsor che ci hanno dato una mano, all’Amministrazione Comunale in generale ed in particolare al Sindaco Michelangelo Giansiracusa ed all’assessore Emanuele Rossitto, che giorno dopo giorno hanno compreso appieno la validità del nostro progetto affiancandoci durante tutta la stagione e cercando di soddisfare ogni nostro esigenza ed ultimo ma non ultimo per importanza; non da meno un ringraziamento ai tifosi che ci hanno sostenuto calorosamente nelle partite casalinghe e nelle trasferte più ‘importanti’ ed alla cittadinanza più in generale che si è ormai appassionata a questo nostro cammino”.