Futsal Hurricane, Cettolin: ‘’Serve ripartire dalle basi e ricordare che non ci arrendiamo mai’’

È un periodo sicuramente non facile per il Futsal Hurricane: la compagine trevigiana reduce dalla sconfitta con la L84, ha raccolto soltanto un punto in queste prime sei giornate di campionato. Le ragazze di Ermes Tondato continuano a lavorare duramente, determinate a dimostrare il prima possibile tutte le loro potenzialità.


Ne parliamo oggi con Maddalena Cettolin, capitano delle Uragane che scalpita per tornare al più presto sul parquet di gioco.


“Il mio recupero procede bene. Devo ammettere che è molto difficile seguire la squadra negli allenamenti e nelle partite senza poter dare un aiuto concreto. Essere il più presente possibile mi aiuta a focalizzare l’obbiettivo: tornare in campo!”.


Sul ko con le torinesi della L84:


“La cosa che più ci ha fatto male non è stata tanto la sconfitta in sé, ma il modo in cui è arrivata. A parer mio è mancata la reazione di orgoglio e di ‘sopravvivenza’ che ci ha contraddistinto l’anno scorso. Dobbiamo forse ripartire dalle basi e ricordarci che non molliamo mai”.


Su cosa lavorare per uscire da questo momento negativo?


“Per fortuna abbiamo un mister e uno staff super competente che ci guidano. Da giocatrici, l’unica cosa che possiamo e dobbiamo fare è dare piena fiducia al mister e cercare di aiutare la squadra, ognuna con le proprie caratteristiche migliori”.


Infine, le parole di incoraggiamento da capitano, seppur ai box.


“In questo momento sono una giocatrice come le altre, il fardello di capitano lo sta portando Giampaoletti in un momento direi complicato, ma se la sta cavando più che bene. Quello che vorrei chiedere alle mie compagne è che domenica portino in campo, ognuna di loro, un decimo della voglia di giocare che ho in questo momento: sarà come se fossi in campo”.


Valentina Pochesci