Gadtch, un'altra trappola a Fano. Veschini chiede il riscatto: ''Voglio vedere solo la prestazione''

L’effetto-KO col Cus Ancona lo da la classifica del girone D, che vede la Gadtch terzultima con alle sue spalle solamente Cus Macerata e Chemiba, che tra l’altro domani saranno opposte a Cerreto d’Esi. Una situazione che non piace di certo a mister Marco Veschini, che torna a mente fredda ad analizzare la battuta d’arresto con i dorici.


“Abbiamo affrontato una squadra molto solida e quadrata che ci ha creato grossi problemi. Nel primo tempo siamo stati bravissimi a riprendere per ben due volte la partita e forse, se sul tiro di Introppico la palla invece di battere sulla traversa prima e sulla riga poi fosse entrata, probabilmente la gara avrebbe avuto un'altro andamento. Ma ormai è tardi per piangerci addosso pensiamo a domani”.


Per la Gadtch è in arrivo il nuovo impegno esterno di Fano, per la sfida all’Eta Beta che a Marco Veschini fa venire qualche brivido.


“Come medicina per i nostri mali incontriamo uno dei peggiori avversari che il calendario ci poteva servire, una squadra composta da 4, 5 giocatori che sono un lusso per la categoria, che vanta un'esperienza decennale a questi livelli. Ho chiesto ai ragazzi di guardare il risultato solo a cinque minuti dalla fine: fino ad allora dobbiamo pensare alla prestazione, evitando soprattutto le paure e le insicurezze dovute alla non rosea situazione di classifica. È tramite prestazioni di carattere che possiamo tirarci fuori dalle sabbie mobili: anche se non dovessero arrivare punti domani, è alla prestazione che farò attenzione per le gare successive”.


MERCATO - La parentesi invernale è alle porte è già affiorano i primi movimenti in casa Gadtch. Giacomo Veschini è tornato al calcio a 11 mentre Nataloni ha chiesto di essere svincolato: altre situazioni saranno valutate nei prossimi giorni anche per quello che riguarda eventuali operazioni in entrata.


“Vorremmo aggregare al nostro gruppo un portiere e se possibile un paio di elementi compatibili con il nostro gruppo”, è la traccia dettata dal tecnico perugino.









Nella foto: una fase difensiva della Gadtch (qui nella partita di Rieti)