Ganzetti, un triste amarcord a Sestu. ''Sono affezionato a quei colori. Il Milano? Hellas, attenta''

Quando meno te lo aspetti… Andrea Ganzetti non pensava che a sbloccare le danze nella gara di Sestu potesse essere lui. E invece è toccato proprio al pivot di Ancona inaugurare la goleada di Sestu. 


- Che effetto ti ha fatto quel gol ma soprattutto l'11-1 finale ricordando che un paio di anni fa giocavi a Sestu e la società puntava dichiaratamente ad obiettivi di indiscusso prestigio?


“Felice e dispiaciuto allo stesso tempo per aver segnato una rete contro una squadra, in un luogo, a cui sono affezionato, che però per scelte societarie è stata privata di molti elementi di spessore, altrimenti la gara sarebbe stata decisamente più complicata. Riguardo al passato spesso rido con Alba che ci ha ‘rubato’ il campionato quando giocava al Petrarca Padova e con Leleco e il mister Milella che militavano nel Mantova a cui abbiamo ‘regalato’ il passaggio del turno ai play-off”.


Tempi andati, comunque. Peccato per il Città di Sestu, di fatto retrocesso in Serie B proprio in virtù del ko con gli scaligeri. Ma che in pratica sapeva di andare incontro ad un destino che sembrava chiaramente segnato, con un calendario che concede ai cagliaritani una sola ultima partita prima di salutare la seconda serie nazionale.


Calendario che, al contrario, è stato un buon alleato dell’Hellas, permettendo ai veronesi di tornare in campo dopo la lunga sosta (l’ultima partita fu la finale di Coppa Italia di A2 giocata il 3 aprile scorso a Policoro, n.d.c.) affrontando una squadra senza ormai motivazioni. 


- Sabato però che partita vi aspetta contro un Milano che è ormai condannato ai playout? Come ritieni che una gara del genere debba essere affrontata considerando anche il valore, affatto modesto, del team di Sau?


“La mia prima partita con l'Hellas è stata proprio a Milano, ricordo una squadra ostica che ci ha costretti al pareggio. Quindi sarà fondamentale non abbassare la guardia e mettere la gara subito nei giusti binari. Poi chiuderemo contro i Saints Pagano prima di tuffarci nei playoff a cui vogliamo arrivare nelle migliori condizioni possibili”.