Generali Ternana, Pellegrini: “Felice del rinnovo, non è scontato stare sei anni su una panchina”

Dopo la sbronza per la promozione in Serie A2 è tempo di conferme in casa della Generali Futsal Ternana per iniziare a programmare nei migliori dei modi la prossima stagione che si prospetta impegnativa visto il salto di categoria. Il primo ad accordarsi con la società del presidente Luca Palombi non poteva non essere colui che comanda la truppa da ben cinque anni in modo egregio, il mister Federico Pellegrini. E’ infatti notizia di pochi giorni fa il rinnovo annuale di contratto che lega il tecnico ternano alla Generali Futsal Ternana. Dopo aver allenato in Serie C2, C1 e tre anni in B lo stimatissimo Federico è pronto a confrontarsi con una categoria nuova e di prestigio, la Serie A2, ottenuta con grande sacrificio e abnegazione. Questa che è alle porte sarà la sesta stagione consecutiva che siederà sulla panchina rossoverde, praticamente da quando è nata la società nell’estate del 2018 e siamo sicuri che il mister sarà più carico che mai per questa nuova avventura. Due campionati regionali, due Coppa Italia regionali e una finale play-off vinta contro il Buldog Lucrezia che è valsa la Serie A2, questi sono i titoli vinti da Federico Pellegrini sulla panchina rossoverde con l’augurio di poter aggiungerne altri nella bacheca della Generali Futsal Ternana. 

“Sono felice di questo rinnovo - esordisce soddisfatto Pellegrini - perché non è scontato rimanere su una panchina per sei anni però credo che sia anche bello, mi rende orgoglioso e mi fa capire che ci sono delle persone che credono in me e vedono il lavoro che uno svolge. Spesso una persona dà il massimo e per tanti motivi non arrivano i risultati, non c’è una legge scritta che afferma che se uno lavora bene ottiene. Invece per quanto riguarda noi, il fatto che in questi sei anni i risultati hanno accompagnato e contraddistinto le nostre stagioni vincendo campionati e coppe significa che dà conferma al lavoro, che abbiamo alle spalle una grande società e un preparatissimo staff e io sono felice di poter rappresentare l’allenatore. Ringrazio ancora una volta la Generali Futsal Ternana per la fiducia che mi è stata data".

Fiducia naturalmente ancora più salda dopo una promozione in A2 arrivata sul campo, tramite i playoff.

"Arrivare in Serie A2 in questa maniera ci deve rendere ancora più orgogliosi perché la società, il direttore sportivo Michele Carpinelli ed io abbiamo sempre avuto la stessa idea in merito, che dovevamo arrivarci sul campo. Anche se ci sono state possibilità di ripescaggi negli anni passati non ci ha interessato mai niente, volevamo conquistarla sul campo ed esserci arrivati con i nostri meriti, avendo vinto tutte le categorie, ci deve rendere orgogliosi, ma deve rendere orgogliosa tutta Terni perché noi siamo una società che rappresenta la città e credo che l’affetto che c’è stato nelle ultime partite è qualcosa che deve continuare perché è stata la vittoria di tutti. Mi auguro che ci sia la possibilità di superare tutti insieme le difficoltà che inevitabilmente un campionato del genere porta".

I recenti successi della Ternana però sono merito anche di un elemento particolarmente importante in dirigenza, con cui Pellegrini ha massima sintonia, anche in vista del futuro.

"In società abbiamo un valore aggiunto che si chiama Michele Carpinelli, il nostro direttore sportivo, che oltre alla vita calcettistica condivisa insieme, è stato sotto il punto di vista di impegno, di scelte, di studio approfondito per il nostro progetto una cosa incredibile. Credo che sia veramente una persona che ha portato un contributo immenso per far si che io avessi a disposizione rose che potevano provare a vincere e questo è stato fatto attraverso la competenza e la passione perché non ci dobbiamo nascondere, non abbiamo la possibilità di andare a prendere giocatori affermati. Michele ed io andiamo alla ricerca in maniera maniacale di giocatori che pensiamo possano fare al caso nostro e abbiamo fatto scelte in passato difficili perché il fatto che due stranieri andassero via e rimpiazzarli con giocatori che venivano da categorie inferiori è una cosa incredibile. La rosa sarà allestita anche da scommesse ma ci sarà la volontà di andare a trovare ragazzi di un certo spessore per mantenere la categoria. Poi sarà il campo a parlare, ho piena fiducia in Michele e nella società. Daremo tutto io e il mio staff per mantenere questa categoria che ci siamo meritati. Mi auguro che alle nostre spalle ci sia una città che ci spinga e che tutti insieme possiamo onorare Terni nei palazzetti in cui andremo a giocare”.


Ufficio stampa Generali Futsal Ternana