GPA Città di Mestre, il riscatto è servito. Crescenzi, Del Gaudio e Juanillo espugnano Schio

Come si dice in queste occasioni, buona la prima e che prima! A Schio si passa sul campo di una squadra forte e organizzata, con una bella prestazione, convincente e che spazza via quelle nubi che si erano presentate dopo la sconfitta di Cornedo. Che per quello che si è potuto vedere questa sera non può che essere considerata un episodio. Perché possiamo affermare che il successo sull’Altovicentino, pur sofferto, è più netto di quello che il risultato possa lasciare intendere.

Sta stretto questo 3-2 finale, con i padroni di casa che hanno provato il colpaccio con le ultime conclusioni a far tremare la porta arancionera. Ma dopo un primo tempo combattuto e alla pari, nel secondo parziale la squadra di mister Serandrei ha legittimato il vantaggio, ha allungato e ha avuto tante occasioni per chiudere definitivamente il match. Tante, di un soffio mancate, ma che ci hanno costretto a soffrire sino all’ultimo, sino a 2” dalla fine con la conclusione di Fabiano che è sibilata a fil di palo. Va bene così il primo esame è passato e sabato prossimo ce n’è subito un altro con il derby, già di alta classifica, con la Fenice che ha vinto sulla Sampdoria e che, quindi, adesso guida con il Green Project Agency Città di Mestre, il Girone A.

CRONACA - Mister Serandrei questa volta, nella rotazione degli stranieri, lascia a Mestre Bellomo, quindi, in quintetto rientra Juanillo. Anche Molin in tribuna per i postumi di un infortunio che lo aveva fatto uscire anzitempo a Cornedo.Si parte con Villano, Bordignon, Juanillo, Leandrinho, Crescenzo. Subito Green Project Agency Città di Mestre a dettare tempi e spazi. Leandrinho ci prova ma lo stesso Juanillo mura la sua conclusione, e subito dopo prova il diagonale fuori.

È il turno di Juanillo, palla pennellata per Bordignon che aggancia ma non controlla, poi Juanillo alto. Bordignon prova il sinistro, Massafra, il migliore dei suoi, vola e devia in corner. Dalla battuta Bordignon tenta ancora da lontano, deviazione vincente di Crescenzo e il Città di Mestre è già in vantaggio, 0-1 al 3’18”. L’Alto prova a reagire con Elia esce Villano e chiude lo specchio. Punizione dal limite dei vicentini, Pedrinho conclude sul petto di Villano in uscita. Ancora provvidenziale il portierone arancionero su Rosati. Il quale subito dopo mette sull’esterno della rete. Dalla distanza Fabiano, fuori di un nulla. Da una rimessa laterale, Urio anticipa di petto Villano, ma rischia di metterla in porta, salva spazzando via. Dalla parte opposta, Biancato lancia Leandrinho, Massafra compie un vero e proprio miracolo.

Ancora cambio di fronte con Genovesi che alza da ottima posizione. E Juanillo sul versante opposto si gira e mette a lato. Come la successiva conclusione di Leandrinho dopo lo scambio con Del Gaudio. Che non fallisce più tardi quando al 14’05” Bordignon va per le vie centrali, palla a destra per Juanillo che impegna Massafra, il quale può solo respingere su Pakigol che ribadisce in rete, 0-2! Ancora Bordignon fuori di un soffio a legittimare il doppio vantaggio. Ma proprio quando meno te lo aspetti ecco che l’Alto ha un colpo di coda. Pedrinho, bomber di razza, fa partire una botta su punizione, Villano respinge ma non trattiene, Bordignon salva sulla linea. Lo stesso Bordignon lancia Mazzon, esce Massafra. E quasi allo scadere, al 18’18” Fabiano, sfruttando un disimpegno errato, trova il jolly con la conclusione che si spegne nel sette alla destra di Villano per il 2-1 con cui si chiude il primo parziale.

Secondo Tempo. Il GPA Città di Mestre parte ancora più forte del primo tempo e crea tanto, anzi tantissimo nei primi 10’. Subito Juanillo di tacco per Leandrinho, sinistro largo da ottima posizione. Tocca a Juanillo, botta ravvicinata, Massafra si sacrifica. Sempre il pivot spagnolo, ma ancora una volta Massafra chiude. Al 3’47” il meritato allungo arancionero. Bordignon lungo per Juanillo che al volo in mezza rovesciata batte sul primo palo Massafra, 1-3. Ancora Città di Mestre con Crescenzo che va via sulla destra, palla al centro, ma Leandrinho conclude su Massafra. La prima conclusione pericolosa del secondo tempo per l’Alto è di Elia, Villano si allunga. Poi ci prova Pereira, Villano respinge il primo tiro e anche il tap-in di Elia. Sempre Città di Mestre, Leandrinho serve Del Gaudio che solo davanti a Massafra spara fuori. Cerca di rifarsi subito dopo Pakigol, Massafra c’è, poi Mazzon a lato da ottima posizione. Juan Fran ruba palla ma non riesce a superare Villano, ripartenza Bordignon per Del Gaudio che non ci arriva in scivolata. Del Gaudio questa volta si trasforma in assist man, apre sulla sinistra per Mazzon, esce Massafra, che viene salvato invece dal palo pieno colpito da Del Gaudio nell’azione successiva. Non manca all’appello Juanillo, la cui conclusione viene murata da Elia.

E dopo il dominio mestrino improvvisa la fiammata dei padroni di casa. Prima Villano chiude su Elia, poi non può nulla su Pedrinho al 10’28”, 2-3. È attento invece su Genovesi quando gli scippa la palla in scivolata. Juan Fran è caldo, ma Villano non è da meno. Prima ferma di piede il suo sinistro, poi gli porta via la palla su assist al bacio di Elia. Al 16’20” quinto di movimento per l’Alto che prova a pareggiare. Difesa attenta quella arancionera, ma ci si mette anche il quinto fallo al 18’09” a complicare le cose. Nonostante tutto però sia il colpo di testa di Elia, sia la conclusione di Pedrinho respinta da Villano, sia la girata larga di Rosati e l’ultimo destro di Fabiano, già raccontato, non riescono a forzare il fortino degli ospiti che portano a casa i primi meritati tre punti!

ALTOVICENTINO – GREEN PROJECT AGENCY CITTA’ DI MESTRE 2-3 (pt 1-2)
ALTOVINCENTINO: Massafra, Fabiano, Zanoncini, Pereira, Genovesi, Pedrinho, Elia, Juan Fran, Zannoni, Milan Ninic, Pettina, Rosati. Allenatore: Ferraro
GREEN PROJECT AGENCY CITTA’ DI MESTRE: Villano, Bordignon, Biancato, Leandrinho, Ortolan, Del Gaudio, Mazzon, Crescenzo, Juanillo, Urio, Di Odoardo, Canaj. Allenatore: Serandrei
MARCATORI: pt 3’18” Crescenzo (GPA), 14’05” Del Gaudio (GPA), 18’18” Fabiano (AV); st 3’47” Juanillo (GPA), 10’28” Pedrinho (AV)
Note: ammoniti Biancato, Pedrinho, Mazzon, Juan Fran, Rosati, Fabiano.

 

Ufficio Stampa GPA Città di Mestre