GPA Mestre a Milano. L'ex Leandrinho: "Se li agganciamo possiamo pensare di nuovo alla Coppa Italia"

I suoi dribbling e la sua velocità possono sempre essere un fattore. Possono cambiare il corso di una partita ed essere determinanti anche per le prestazioni dei suoi compagni che in lui trovano un terminale offensivo o un ottimo assist man. Alfonso Leandro, laterale classe 1986, per tutti Leandrinho, torna a Milano da ex e proverà a essere l’uomo chiave di una sfida che potrebbe rilanciare le ambizioni arancionere.

“Domani sarà una partita importante perché se vinciamo agganciamo loro in classifica e possiamo pensare alla Coppa Italia di nuovo - commenta l’ex Nervesa - per arrivare alla vittoria sabato scorso abbiamo fatto tutto quello che il mister ha chiesto e siamo riusciti a fare il risultato soprattutto nel primo tempo. Dopo abbiamo gestito bene il match per portare a casa i tre punti. A Milano dobbiamo continuare sicuramente con il rendimento di queste due ultime partite. Sarà certamente una partita difficile in cui i dettagli faranno la differenza".

Nel capoluogo lombardo lo conoscono bene e avranno un occhio di riguardo per lui visto che con i suoi uno-contro-uno può mettere in difficoltà i meneghini.

“Io mi sento bene adesso visto che ho recuperato dall’infortunio. Sicuramente mi conoscono bene perché ho giocato due stagioni a Milano, ma la nostra squadra è in salita adesso e dobbiamo provare a fare punti in tutte le partite che mancano nel girone di andata per andare in Coppa Italia".

Ufficio stampa Green Project Agency Città di Mestre

Foto: Marco De Toni