Grifoni, aria di turn-over con il Montebello. Fiordiponti: ''Chiunque ci affronti è molto motivato''

Gara più che mai da turn-over quella che attende i Grifoni con il Montebello, il tutto ovviamente portando il massimo rispetto per gli avversari che troveranno sicuramente molte più motivazioni confrontandosi contro la prima della classe. Ma per Stefano Picchietti le rinunce ancora a capitan Angelucci e al portiere Carbonari (ambedue infortunati) saranno forzate, e a queste si aggiungerà anche quella di Catalano.


- Federico Fiordiponti, concordi che domani sera il tema tattico della partita è abbastanza chiaro, con il Montebello desideroso di fare bella figura contro la capolista?


“Affrontare la prima della classe è sempre stimolante, troveremo sicuramente una squadra che vorrà dimostrare di non meritare l’ultimo posto in classifica. Dovremmo essere bravi ad imporre il nostro gioco, nonostante la superficie in sintetico poco si addica alle nostre caratteristiche”.


- Il successo sulla Gadtch ha ormai scritto il destino di questo campionato. Vittoria ampiamente meritata, ottenuta con un risultato sul quale c'è poco da obiettare: ma cosa ha fatto realmente la differenza tra il primo e il secondo tempo, in cui praticamente non c'è stata storia?


“Nella partita con la Gadtch è stato fondamentale l’approccio ed essere riusciti a mantenere un ritmo alto durante tutta la gara. Credo che nel secondo tempo la condizione fisica abbia finito per fare la differenza”.


- Puoi trarre un bilancio personale da questa stagione? Soddisfatto del tuo rendimento? Ti senti pronto per tornare a confrontarti con la Serie B?


“Ovviamente il bilancio per me, i miei compagni e tutta la società è positivo. Abbiamo creato in primis un gruppo e un ambiente molto compatto e questo ci ha permesso di arrivare ai nostri obiettivi. Tornare , per me, a distanza di quasi 10 anni a giocare la Serie B è veramente molto stimolante”.


ULTIMISSIME -