breaking news
  • 17/10/2021 20:14 Serie A, Ciampino Aniene-Vitulano Drugstore Manfredonia 3-0 nel posticipo della Sky Arena
  • 17/10/2021 20:00 Serie A2F, girone C: Atletico Foligno a punteggio pieno, battuta la Nox Molfetta per 2-0
  • 17/10/2021 19:56 Serie A2F, Sabina Lazio e Pelletterie a punteggio pieno nel girone B dopo la 2ª giornata
  • 17/10/2021 19:55 Serie A2F, Castellammare e Irpinia al comando del girone D dopo la seconda giornata

13/10/2021 18:35

Grifoni di scena a Orvieto per la Coppa. Giorgetti: ''Il campo all'aperto è un'insidia: sarà tosta''

Grifoni al comando a punteggio del campionato di C1 dell’Umbria ma pronti a tornare in campo stasera a Orvieto, dove va in scena la gara di andata dei quarti di finale della Coppa Italia regionale. La squadra di Picchietti appare decisamente in salute, potendo contare anche sulla vena realizzativa di un Alunni Santoni in grande spolvero (per lui due anche a Balanzano), con il crescente supporto di un Gabriele Giorgetti andato a bersaglio anche contro la Fortis e al quale abbiamo chiesto di presentarci la sfida di questa sera.


“Ad Orvieto è sempre una partita da giocare all’esterno e non di facile interpretazione. E’ una squadra che non conosco molto, ma comunque andremo lì per fare una grande partita. Abbiamo degli infortunati, tra cui anche il capitano Angelucci, e speriamo di recuperarli quanto prima perché tutti siamo importanti. Spero comunque di vedere i Grifoni lottare sempre su ogni campo con grinta e umiltà, perché sono le caratteristiche più importanti di questo gruppo. Il mister ha fatto dei pronostici? Io preferisco pensare di partita in partita come ai tempi dell’Angelana, che non dimenticherò mai”.


Giorgetti fu una delle belle sorprese dell’Angelana che arrivo a contendere, nel 2015, la Coppa Italia di Serie C alla Polisportiva Futura di Reggio Calabria, alla quale inflisse la prima sconfitta dopo tre anni di imbattibilità. Poi il passaggio al Real Cannara, quindi il trasferimento ai Grifoni per il classe 1992. Un podio sfumato per il Covid nella stagione 2019/2020, interrotta proprio per la pandemia, adesso il ritorno ai tre punti, desiderato più che mai.


- Gabriele, come hai affrontato personalmente la ripresa dell'attività dopo la lunga sospensione per il Covid e come vedi i Grifoni in questa stagione?


“La ripresa finalmente è arrivata e non vedevo l’ora, perché l’anno scorso, a parte il lavoro, è stata dura stare a casa e non poter giocare… speriamo che la cosa continui. Per quanto riguarda la squadra sono una persona abituata a giocare una partita per volta, abbiamo iniziato bene, l’obiettivo è fare sempre bene e giocarcela ogni sabato. Sappiamo di essere una bella squadra, anche giovane, a parte me che vedo i capelli iniziare a imbiancarsi (sorride, n.d.c.), e sono molto contento di questo”.


- Campionato che è iniziato con due belle vittorie, che hanno confermato i Grifoni tra le pretendenti al vertice. A Balanzano hai segnato il gol del vantaggio nel primo tempo ma non è stato facile chiudere il confronto, confermi?


“A Balanzano è stata una partita difficile perché, purtroppo, quest’anno ci sono molti campi all’esterno e noi siamo una squadra che è abituata a giocare al chiuso. Mi dispiace vedere più campi all’aperto che coperti, perché è un futsal diverso. Però le difficoltà le avranno tutte le squadre, e questo va riconosciuto. Non vedo una favorita quest’anno proprio per questo motivo, perchè le partite sui campi all’aperto sono un’incognita per tutti. Personalmente sono contento di come ho iniziato avendo già segnato abbastanza gol, ma quello che conta è la vittoria, e là si ottiene solo giocando di squadra come abbiamo fatto in queste partite iniziali”.