Hatria, riscatto cercasi a L'Aquila. Di Girolamo è carico: «D'ora in avanti ogni partita è decisiva»

Era un derby da tripla, sull.a ruota di Atri è uscito il 2. Un peccato doppio perdere il derbissimo con la Lisciani, uno scontro al vertice, in un palazzetto senza pubblico, al quale non è stato consentito accedere alle tribune per via di un ordinanza del Commissario Prefettizio.

 

- Quali sono le sensazioni di Nicholas Di Girolamo, andato tra l’altro a segno nel 4-3 che ha comunque premiato la prima della classe?


“E’ stata una partita particolare, scendere in campo senza tifosi non è stato semplice - spiega il 26enne laterale-pivot atriano. - Però abbiamo cercato di fare il nostro meglio contro un’ottima squadra come la Lisciani. Adesso dobbiamo pensare a riprendere la retta via e continuare a fare bene”.


- La Lisciani ha ormai preso il volo e ha fatto il vuoto alle sue spalle: il discorso della promozione diretta ritieni che sia di fatto archiviato? E per la piazza d'onore invece? Che ne pensi della bagarre che si sta sviluppando e quali sono le possibilità dell'Hatria in questa specie di secondo campionato?


“Penso che a questo punto dobbiamo solo pensare a fare più punti possibili e cercare di piazzarci il più in alto che possiamo. La qualificazione diretta non deve essere il nostro primo pensiero, dobbiamo continuare a fare bene partita dopo partita. La situazione che si è creata ora non è delle migliori: tante squadre vicine con così pochi punti di scarto… è come se adesso iniziasse un altro campionato. E le nostre possibilità dipendono soltanto da noi”.


- Sabato vi attende la prima di una serie di gare abbordabili, anche se a L’Aquila non potrete certo giocare rilassati. Il calendario quanto sarà vostro alleato prima che affrontiate le partite che verosimilmente decideranno le posizioni in chiave playoff?


“A L’Aquila non sarà una gara semplice a causa di qualche squalifica (il giudice sportivo ha appiedato Di Sante, Giorgini e Maura, n.d.c.), ma sarà una bella sfida. In questo campionato non ci sono partite semplici, ognuna va giocata al massimo delle potenzialità. I play off sono alla portata di tutti quindi ogni partita da qui a fine campionato sarà decisiva”.