Il Bitonto si regala la giornata perfetta contro il Canosa: Dudu e Quinellato suonano la carica

Di orgoglio, di rabbia, di battiti ed emozioni forti. E’ un 2022 che si apre col botto quello del Futsal Bitonto che sconfigge per sei reti a tre il Canosa secondo in classifica e ritrova in un solo colpo tre punti fondamentali ed un’immensa dote di autostima. Tre punti, che fanno salire i neroverdi a quota quattrodici in classifica, avvicinandolo alla zona play off, nell’attesa del recupero della sfida contro lo Chaminade di mercoledì.

Gara condotta in maniera perfetta per tutti i quaranta minuti, quella di ieri, a cui il Bitonto ha saputo incidere la propria impronta sin dalle prime battute, col goal messo a segno dopo soli quaranta secondi e poi gestita senza mai troppi affanni, grazie alla tripletta di Dudu, alla doppietta di Quinellato ed al goal di Reyno. Mercoledì lo Chaminade dunque e sabato la rivelazione Venafro in casa. Due gare, che possono e devono dire tanto sulla stagione del Bitonto.

LA PARTITA
Orfano dell’assente last minute Rafinha, mister Roberto Chiereghin sceglie di partire col cinque composto da Schettini, Dudu, Tarantino, Reyno e Quinellato. L’avvio del Bitonto è super con Reyno che attiva il contropiede del Bitonto e serve Dudu sul secondo palo che col sinistro non sbaglia e fa 1-0 dopo quaranta secondi. Il Canosa non si scompone ed un giro di lancette più tardi trova la rete del Pari con Iodice che servito da sinistra non sbaglia a tu per tu con Schettini e fa 1-1.

Il gol subito non cambia di una virgola i piani del Bitonto che si lancia all’attacco nella metà campo avversaria, sfiorando e fallendo clamorosamente per ben due volte il goal del raddoppio prima con Quinellato, il cui tentativo sulla respinta del portiere termina fuori di un nulla, e poi con Reyno che servito sugli sviluppi di un contropiede, scivola al momento dell’impatto con la sfera e non riesce a calciare col destro. Al 9’ però il Bitonto è cinico ed i suoi sforzi vengono premiati da Carlos Quinellato, che riceve sulla destra, salta il portiere e deposita in rete vanificando il tentativo in extremis del difensore avversario, per il 2-1 Bitonto.

Il Canosa accusa il colpo e raggiunge al 10’ la somma dei cinque falli, facendone le spese al 16’ quando Reyno è caparbio nel tenere palla e guadagnarsi il tiro libero. Sul dischetto si presenta Dudu che si coordina col sinistro, mira l’angolo basso alla destra del portiere e fa 3-1 per il Bitonto. Un minuto più tardi è ancora letale il Bitonto che con un dai e vai fra Quinellato e Reyno, porta quest’ultimo a calciare da posizione defilata dalla sinistra, trovando lo spiraglio giusto per la rete del 4-1 Bitonto.

Il Canosa torna a farsi vivo al 18’ con la conclusione di D’Elisa sul primo palo, su cui è attento Schettini a neutralizzare la minaccia.
Al 19’ il Bitonto sfiora la quinta rete con Tarantino che intercetta un tiro dal limite di Reyno e calcia a botta sicura verso la porta, trovando il miracolo del portiere ospite. Ad una manciata di secondi dal gong però, il Canosa prova a rimettersi in partita e lo fa con Goncalese che rientra in area sul sinistro e trova la rete del 4-2 all’intervallo.

Nella ripresa mister Chiereghin mantiene lo stesso starting five della prima frazione di gioco ed a farsi pericoloso è il Canosa che ci prova per due volte consecutive con D’Elisa, ma Schettini erge un muro davanti a sé e dice di no al suo avversario.
Un minuto più tardi Reyno se ne va di gran carriera sulla sinistra e calcia a botta sicura, trovando l’attenta risposta del portiere.
Al 5’ Dudu riceve palla quasi da metà campo, mira la porta e col sinistro s’inventa la magia di giornata che bacia il palo e poi termina la propria corsa in rete, sia per il goal del 5-1 Bitonto che per la sua prima tripletta personale in maglia neroverde. Un gol da vedere e rivedere il suo. Dal sinistro fatato di Dudu, parte il lancio all’8’ che manda Lovascio a staccare di testa in area, non trovando lo specchio della porta per una questione di centimetri. Sul ribaltamento di fronte Soares calcia dal limite trovando ancora una volta l’attenta risposta di Schettini.

Il Canosa prova a giocarsi il tutto per tutto nel finale di gara, inserendo il quinto uomo di movimento.
Il Bitonto non molla di un centimetro ed in ripartenza sfiora la sesta rete sull’asse Reyno – Quinellato, con quest’ultimo che calcia a botta sicura, ma trova l’ottima risposta del portiere. Il Canosa preme sull’acceleratore delle sue ultime energie e solo la traversa prima ed il palo poi, negano agli ospiti la possibilità di rientrare in partita. Il Bitonto tiene botta e da un eurogoal sfiorato da Quinellato direttamente dalla propria metà campo, con la palla che si stampa sulla traversa, nasce il calcio di rigore che Reyno si procura con astuzia e cinismo.
Sul dischetto si presenta Quinellato che mira l’angolo basso alla destra del portiere, lo centra e fa 6-2 al 17’ per il Bitonto e doppietta personale.

Il Canosa lascia che il tempo scorra sul quadrante e poco meno di due minuti dalla fine trova la rete del definitivo 6-3 con Goncales sul secondo palo. Gara tutto cuore quella del Futsal Bitonto che parte bene in questo 2022 e si prepara ad una seconda parte di stagione tutta da vivere.

Danilo Cappiello - Ufficio Stampa Futsal Bitonto