Il Bitonto crea ma non riesce a sfondare. La Diaz Bisceglie ringrazia e alla fine passa per 7-4

Seconda sconfitta consecutiva per il Futsal Bitonto 2019 che nella tredicesima ed ultima giornata del girone d'andata del campionato nazionale di serie B - girone G, cade pesantemente in casa per sette reti a quattro contro i biscegliesi della Diaz. Una sconfitta, che lascia i neroverdi al secondo posto in classifica a quota sedici punti e con due gare da recuperare, e che li obbliga a cercare il pronto riscatto a partire già da sabato prossimo nella sfida interna e prima del girone di ritorno, contro i calabresi del Mirto.

LA PARTITA
Orfano di Barbosa infortunato e con Ritorno ed Orlino squalificati, mister Pietro Di Bari opta per il cinque che vede Schettini fra i pali, Cantieri, Caggianelli, Acquafredda e Giancola a battagliare nel rettangolo di gioco.
L'avvio del Bitonto è ottimo con Cantieri che dopo pochi secondi calcia dalla lunga distanza, trovando l'attenta risposta di un Sinigallia che sarà poi vero protagonista del match.
Le buone sensazioni d'avvio, vengono confermate al minuto 8' quando Lovascio apre per la corsa di Caggianelli sulla destra, con quest' ultimo che arriva al limite dell'area e col destro batte il portiere ospite per il vantaggio del Bitonto.
La gioia del vantaggio però dura poco con la Diaz che alla prima vera occasione trova la rete del pari con Elia, che sbuca fra le maglie nero verdi ed al centro dell'area di rigore insacca in rete un cross dalla sinistra per il pari biscegliese.
Il Bitonto non fa in tempo a riordinare le proprie idee che gli ospiti passano ancora direttamente su calcio di punizione dal limite battuto da Giorgio, che spacca in due la barriera e si spegne nell'angolino basso per l'1-2 Diaz.
L'uno - due rapido coglie di sorpresa il Bitonto che rischia e non poco, e che viene salvato solamente da una parata di Schettini che devia sulla traversa il tiro di Elia dalla sinistra.

La Diaz però ci crede e poco prima dell'intervallo piazza anche il colpo dell'1-3 con Sasso, che si fa trovare tutto solo su una palla in diagonale sul secondo palo, per depositare in rete la palla che manda le due squadre all'intervallo sull' 1-3.
Nella ripresa mister Pietro Di Bari prova a cambiare un po' le carte in tavola partendo con Schettini, Cantieri, Caggianelli, Acquafredda e Catucci.
Ed è proprio quest'ultimo a dimostrarsi subito in palla dopo neanche un minuto, con un ottimo inserimento centrale e botta di destro, sul quale si supera Sinigallia che devia in angolo. Ancora Catucci ci prova pochi secondi più tardi con un tiro dalla sinistra, sul quale è ancora prodigioso il portiere ospite a deviare sopra la traversa. La pressione del Bitonto è premiata al secondo minuto quando Cantieri mette la sfera sul secondo palo per Acquafredda che ringrazia, non sbaglia e fa 2-3 per il Bitonto.

La Diaz fa fatica ad uscire dalla propria metà campo ed in ripartenza il Bitonto sfiora il goal del pari con Cantieri il quale, servito da Catucci, calcia centrale da ottima posizione. Ci prova anche Caggianelli da destra, ma il suo tiro viene respinto dalla difesa ospite. Lo stesso Caggianelli, che pochi minuti più tardi è altruista in ripartenza, e piuttosto che calciare preferisce servire Cantieri leggermente defilato, il quale non riesce a dare potenza alla propria conclusione, con palla che termina fra le braccia del portiere. Lo stesso Cantieri che all' 8' si vede negare la gioia della rete dall'ennesimo intervento fenomenale del portiere ospite, sul proprio tentativo ravvicinato all'interno dell'area di rigore. Stessa sorte, per il tentativo di Lovascio dalla lunga distanza pochi secondi più tardi.

Dopo innumerevoli tentativi andati a vuoto però, per l'antica ed amara legge del calcio, ossia goal sbagliato, goal subito, il Bitonto incassa il quarto goal dalla Diaz; Cadini si fa trovare tutto solo sul secondo palo e con un gioco da ragazzi spinge in rete un cross dalla sinistra, per il 2-4 Diaz. Il Bitonto non stacca la spina mentalmente e solamente il volo plastico di Sinigallia, nega la rete a Lovascio, il quale ci aveva provato con la botta da fuori area di sinistro. La Diaz soffre ma è cinica, ed al 13' trova anche la quinta rete con Elia che riceve da angolo, si coordina alla grande e con un destro al volo batte Schettini sul primo palo per il 2-5 Bisceglie.

Mister Pietro Di Bari prova a giocarsi il tutto per tutto inserendo come quinto uomo di movimento Acquafredda, e la sua scelta viene premiata dal goal di Lovascio che ribatte di forza in rete l'ennesima parata del portiere ospite, per il goal del 3-5 Bitonto. I neroverdi assediano nella propria metà campo gli avversari col giro palla e solo un doppio miracolo di Sinigallia su Cantieri, evita agli ospiti di subire la quarta rete.
Quarto goal, che però giunge al 18' con Acquafredda, che insacca di testa in rete lo splendido cross di De Liso dalla destra e fa tornare in partita il Bitonto con la rete del 4-5.

Le speranze del Bitonto però durano pochi secondi con Elia che si inventa il goal del sabato, mettendo a segno la sesta rete per i suoi in semirovesciata, dopo aver ricevuto palla direttamente dalla propria metà campo.
Il Bitonto non molla la presa, ma nel tentativo disperato di rientrare ancora una volta in gara, lascia inevitabilmente la porta scoperta, e dopo l'ennesimo miracolo di Sinigallia su De Liso, la Diaz calcia direttamente dalla propria area di rigore e trova la rete del definitivo sette a quattro, che condanna il Bitonto alla sua seconda sconfitta consecutiva in questo 2021.


Fonte: Futsal Bitonto 2019