Il Cesena vede la Serie A2: prestazione superlativa nello scontro diretto, Pro Patria al tappeto

È una Futsal Cesena bella da impazzire la squadra che si è presa con forza, orgoglio e determinazione la partitissima contro la Pro Patria, vincendo per 3-7 al termine di una gara condotta magistralmente. L’inizio della contesa è stato però a favore dei locali, che hanno colpito un palo con Revert Cortes dopo 8′ di gioco ma che già in precedenza erano andati vicino al gol su un paio di errori in uscita dei bianconeri, con uno straordinario Montalti però a negare la rete. Da quel momento in poi la squadra allenata da Osimani si è sbloccata trovando il vantaggio al 9′ con capitan Pasolini, che nella ripresa dovrà poi alzare bandiera bianca per infortunio. Nel giro di tre minuti succede di tutto, con la Pro Patria colpita dalle ripetute progressioni bianconere e da un pressing asfissiante. All’11’ Vignoli imbuca per Gardelli un pallone geniale, con il bomber del Cesena che finge di controllare la sfera facendola passare invece sotto le proprie gambe e ingannando il portiere di casa per la rete dello 0-2. Nell’azione successiva è questa volta lo stesso Gardelli ad andare in gol spedendo la sfera alle spalle di Kleber, dopo un’altra invenzione dell’intramontabile Vignoli.

Il poker è servito al 12′ da Badahi, che fa esplodere lo spicchio di tribuna riservato al nutrito gruppo di tifosi giunto dalla Romagna bianconera. La partita potrebbe prendere una piega decisamente sfavorevole per la Pro Patria ma al 19′ è El Madi a rimettere in partita i suoi con un preciso diagonale che non lascia scampo a Montalti. Nella ripresa i padroni di casa premono forte sull’acceleratore e al 5′ accorciano con la perla di Revert Cortes, che dalla distanza spedisce la sfera all’incrocio. Ma la squadra di Osimani sente di avere il volante della partita e segna ancora al 7′ con Venturini al termine di una bellissima azione avviata dallo stesso numero 8 e rifinita da un imprendibile Hassane. Lo stesso laterale classe ’96 mette la propria firma sulla gara al 10′: sgasata sull’out di sinistra, finta al tiro per mandare al bar il proprio marcatore e bellissima conclusione a giro che regala il 2-6 alla Futsal Cesena. Le emozioni non sono però finite, perché la Pro Patria non vuole tirare i remi in barca e prova la carta del portiere del movimento, scelta che però non paga in quanto al 18′ Gardelli si invola in campo aperto e mette a segno la settima rete per i suoi.

A un minuto dalla fine ancora Revert Cortes trova la rete del definitivo 3-7 dal dischetto del tiro libero. Al suono della sirena esplode la festa bianconera, con i giocatori chiamati a raccolta sotto la tribuna che ospitava i tifosi giunti da Cesena. Complimenti comunque alla sportività del pubblico di casa ma anche alla stessa Pro Patria, autrice di una prova gagliarda e mai doma fino alle ultime fasi di gioco.






Ufficio Stampa Futsal Cesena