Il Città di Anzio sfida l'History Roma 3Z per l'allungo. Terenzi: ''Continuiamo la nostra crescita''

Terza giornata di campionato alle porte per il Città di Anzio di mister Marco Di Fazio che sabato sera (fischio d’inizio programmato per le ore 20.30) farà visita alla Roma 3Z di Andrea Consalvo con l’obiettivo di allungare la striscia positiva e conservare la vetta del girone E.

Le vittorie contro Laurentino e (soprattutto) Real Fabrica, se da un lato hanno confermato le grandi potenzialità del team neroniano in questa stagione, dall’altro hanno anche evidenziato l’assoluto equilibrio che regna in questo raggruppamento, nel quale ogni partita sembra fare storia a sé ed essere aperta a qualsiasi risultato.

E lo sa bene Andrea Terenzi, uno dei giocatori più navigati del roster neroniano, arrivato questa estate via Genzano grazie ad una grande operazione condotta dal DS Roberto Martin, proprio per portare quel quid in più in termini di mentalità ed esperienza. “Arriviamo a questa partita dopo due vittorie sofferte che ci hanno dato ulteriori conferme sull’equilibrio che regnerà in questo girone per tutta la stagione – le parole del laterale classe 1989 – stando alle indicazioni del mister, la 3Z è una squadra molto solida e con buona qualità che sicuramente contro di noi vorrà dare un’accelerata al proprio campionato visto che ha raccolto soltanto 1 punto nelle prime due giornate. Per loro potrebbe essere una sorta di ultima spiaggia per capire il ruolo che potranno recitare in questa stagione e sono convinto che daranno tutto quello che hanno dentro”.

Il City però è una squadra in fiducia e scenderà in campo con il chiaro obiettivo di portare a casa la terza vittoria consecutiva. “Il nostro percorso di crescita sta procedendo bene – conclude Andrea Terenzi – ci vuole tempo per amalgamare un gruppo completamente rinnovato e noi stiamo lavorando proprio per questo. Aver vinto queste prime due partite nonostante prestazioni non eccezionali ci da ulteriore carica e consapevolezza. Siamo pronti per sabato, per l’ennesima battaglia e non vediamo l’ora di scendere in campo”. 




Alessandro Bellardini