breaking news New

24/01/2021 22:07

Il Città di Capena accarezza l'impresa: Leprotte in vantaggio ma la Kick Off ribalta nella ripresa

Le Leprotte si portano in vantaggio nel finale di tempo e resistono per due terzi della gara sfiorando l'impresa vera e propria. Un'altra super gara delle Leprotte che avrebbero meritato come minimo il punto in terra milanese, per trentadue minuti le biancorosse tengono sotto scacco tatticamente la Kick Off. Fase difensiva da far vedere nelle scuole di calcio a 5 e ripartenze che avrebbero meritato anche più dell'unico gol segnato da Bea Martin. Monumentale la spagnola che è la giocatrice anima e cuore di questo Capena ormai lanciato verso i play off e che lotta da grande con le grandi. Un chiaro rigore negato su Fuhrmann all'ultimo minuto e qualche altra dubbia decisione degli arbitri sono l'unico neo di giornata. LA CRONACA - La partita è molto bloccata e segue un canovaccio lineare che non cambianper tutti i 40 minuti effettivi di gioco: la Kick Off prende in mano il pallino del gioco e non lo lascia mai, il Capena agisce di rimessa non senza rendersi pericolosa. Ad avere per prima l'occasione è proprio la Kick Off, con la sua giocatrice di punta: Vanin si rende infatti protagonista subito di una giocata personale importante, smarca Castagnaro, ma a porta vuota colpisce il legno.

Poco dopo, Elpidio serve Pomposelli che da dentro l'area manda a lato. Provano a farsi vedere le Leprotte: prima ci prova Bea Martin, che conclude ma trova pronta la risposta di Franco. Poco dopo è Neka ad avere l'occasione, ma il portiere della Kick Off in spaccata dice ancora di no. A pochi minuti dalla fine arriva il primo di una lunga serie di interventi straordinari di Castagnaro: angolo battuto ad uscire verso Bertè che scarica un tiro potentissimo, la n°27 vola e salva le proprie compagne. A 30 secondi dalla fine, come un fulmine a cielo sereno, arriva il vantaggio del Capena: triangolazione chiusa da Bea Martin e Neka, con la giocatrice spagnole brava a mettere in rete da pochi passi. Nella ripresa, il copione è lo stesso ma il Capena non lascia spazi ed il Kick Off non riesce a trovare lo spazio per tirare. La prima squadra a rendersi pericolosa è infatti proprio quella biancorossa: ancora l'asse Neka - Bea Martin al lavoro, questa volta conclude la n° 10 senza però inquadrare lo specchio.

Nella seconda metà del secondo tempo il Kick Off mette il piede sull'acceleratore, trovando numerose occasioni in rapida successione; le più importanti sicuramente quelle capitate sui piedi Exana, che conclude dopo un'azione di sfondamento di Pomposelli trovando la risposta di Castagnaro, poi con Vanin che spara da fuori con una potenza stratosferica trovando una parata da Castagnaro, aiutata anche dalla traversa, ai limiti del possibile. Dopo tante chance, il Kick Off riesce a sfondare: schema su punizione che vede protagoniste Vanin e Bertè con quest'ultima che conclude ad incrociare riuscendo a battere Castagnaro. Le Leprotte accusano il colpo, poco dopo arriva anche la rete decisiva: giocata personale di Vanin, che si accende dopo una prestazione un po' opaca per una giocatrice delle sue qualità, doppio dribbling e altra botta tremenda che trafigge Castagnaro. L'atteggiamento del Capena è lodevole, gli ospiti infatti dopo un'intera partita giocata sulla difensiva provano ad attaccare senza però trovare vere occasioni per il pareggio.

Da segnalare solo nel finale uno scontro che vede coinvolte Fuhrmann e Franco, il Capena lamenta il rigore, azione che sarebbe stata "da VAR" vista l'uscita del portiere spagnolo che manca la palla e prende in viso l'argentina . Capena da premiare per il coraggio e la prestazione in generale.
Le Leprotte si portano in vantaggio nel finale di tempo e resistono per due terzi della gara sfiorando l'impresa vera e propria. Un'altra super gara delle Leprotte che avrebbero meritato come minimo il punto in terra milanese, per trentadue minuti le biancorosse tengono sotto scacco tatticamente la Kick Off. Fase difensiva da far vedere nelle scuole di calcio a 5 e ripartenze che avrebbero meritato anche più dell'unico gol segnato da Bea Martin. Monumentale la spagnola che è la giocatrice anima e cuore di questo Capena ormai lanciato verso i play off e che lotta da grande con le grandi. Un chiaro rigore negato su Fuhrmann all'ultimo minuto e qualche altra dubbia decisione degli arbitri sono l'unico neo di giornata. 

LA CRONACA - La partita è molto bloccata e segue un canovaccio lineare che non cambianper tutti i 40 minuti effettivi di gioco: la Kick Off prende in mano il pallino del gioco e non lo lascia mai, il Capena agisce di rimessa non senza rendersi pericolosa. Ad avere per prima l'occasione è proprio la Kick Off, con la sua giocatrice di punta: Vanin si rende infatti protagonista subito di una giocata personale importante, smarca Castagnaro, ma a porta vuota colpisce il legno. Poco dopo, Elpidio serve Pomposelli che da dentro l'area manda a lato. Provano a farsi vedere le Leprotte: prima ci prova Bea Martin, che conclude ma trova pronta la risposta di Franco. Poco dopo è Neka ad avere l'occasione, ma il portiere della Kick Off in spaccata dice ancora di no. A pochi minuti dalla fine arriva il primo di una lunga serie di interventi straordinari di Castagnaro: angolo battuto ad uscire verso Bertè che scarica un tiro potentissimo, la n°27 vola e salva le proprie compagne. A 30 secondi dalla fine, come un fulmine a cielo sereno, arriva il vantaggio del Capena: triangolazione chiusa da Bea Martin e Neka, con la giocatrice spagnole brava a mettere in rete da pochi passi.

Nella ripresa, il copione è lo stesso ma il Capena non lascia spazi ed il Kick Off non riesce a trovare lo spazio per tirare. La prima squadra a rendersi pericolosa è infatti proprio quella biancorossa: ancora l'asse Neka - Bea Martin al lavoro, questa volta conclude la n° 10 senza però inquadrare lo specchio. Nella seconda metà del secondo tempo il Kick Off mette il piede sull'acceleratore, trovando numerose occasioni in rapida successione; le più importanti sicuramente quelle capitate sui piedi Exana, che conclude dopo un'azione di sfondamento di Pomposelli trovando la risposta di Castagnaro, poi con Vanin che spara da fuori con una potenza stratosferica trovando una parata da Castagnaro, aiutata anche dalla traversa, ai limiti del possibile. Dopo tante chance, il Kick Off riesce a sfondare: schema su punizione che vede protagoniste Vanin e Bertè con quest'ultima che conclude ad incrociare riuscendo a battere Castagnaro. Le Leprotte accusano il colpo, poco dopo arriva anche la rete decisiva: giocata personale di Vanin, che si accende dopo una prestazione un po' opaca per una giocatrice delle sue qualità, doppio dribbling e altra botta tremenda che trafigge Castagnaro. L'atteggiamento del Capena è lodevole, gli ospiti infatti dopo un'intera partita giocata sulla difensiva provano ad attaccare senza però trovare vere occasioni per il pareggio. Da segnalare solo nel finale uno scontro che vede coinvolte Fuhrmann e Franco, il Capena lamenta il rigore, azione che sarebbe stata "da VAR" vista l'uscita del portiere spagnolo che manca la palla e prende in viso l'argentina . Capena da premiare per il coraggio e la prestazione in generale. 

KICK OFF-CITTÀ DI CAPENA 2-1 (pt 0-1)
KICK OFF: Franco, Bertè, Vanin, Exana, Bettioli, Pomposelli, Bovo, Privitera, Sabatino, Plevano, Elpidio, Mannucci. All. Russo
CITTÀ DI CAPENA: Castagnaro, Martin, Neka, Fuhrmann, Benvenuto, Nori, Agnello, Macchiarella, Pacolini, D'Amelia. All. Chiesa
ARBITRI: Alessandro Botta (Biella), Bartolomeo Santarpia (Castellammare di Stabia), crono: Luca Riondino (Varese)
MARCATRICI: pt 19'30'' Martin (C), st 14'10'' Bertè (K), 15'40'' Vanin (K)



Ufficio Stampa Città di Capena