Il #futsalmercato di riparazione apre già col botto: Titon verso l'Olimpia Verona, Donin a Mantova?

Domani scatta ufficialmente il mercato di riparazione ma già sotto la cenere ardono i carboni delle operazioni, alcune di minima rilevanza ma altre di assoluta importanza. Come quella che si starebbe preparando lungo l’asse Verona-Mantova dove comunque sono sempre esistiti rapporti ottimali tra i club.


La voce che arriva da quelle zone parla di un possibile scambio sui quali starebbero discutendo i vertici dei due club. Da parte veronese, l’ormai certa cessione di Alemao (che potrebbe accasarsi, come sembra, al Manfredonia), libererebbe uno dei tre slot previsti dalle attuali regole per i calciatori non formati: la società che fa riferimento a Mirko Renier non ha mai nascosto le proprie intenzioni di elevare il calibro della sua batteria offensiva, che nonostante abbia permesso all’Olimpia di infilare nove vittorie nelle undici partite di campionato sin qui giocate, tra le artiglierie di alta quota è quella che ha inciso relativamente di meno sul dato delle reti segnate.


E come ha deciso la proprietà scaligera di risolvere il problema? Nella maniera più clamorosa concessa dal #futsalmercato, chiedendo ossia Titon al Mantova e mettendo sul piatto dello scambio un certo Enrico Donin, ormai punto fisso in maglia azzurra e pallino di Pino Milella che lo ha allenato nelle ultime due stagioni all’ombra dell’Arena.


Per molti addetti ai lavori quella di dicembre sarà una fase di assestamento definitivo dei roster ma con operazioni che si svilupperanno solamente sul mercato interno. Se lo scambio Titon-Donin andasse in porto, le contrattazioni di riparazione partirebbero letteralmente con il botto.