Il Milano vuole archiviare il ko con l'Aosta, Minazzoli: "Col Città di Mestre per provare a vincere"

Dopo aver ottenuto uno splendido successo sul campo della capolista L84 la corsa del Milano si è fermata in casa contro l'Aosta, capace di imporsi 5-3. La tripletta di Marco Peverini, poi espulso, non è bastata a strappare punti, anche se la formazione di Sau aveva alcune assenze pesanti, come racconta Gabriele Migliano Minazzoli. 

"Fino alla partita di sabato eravamo in un momento positivo, arrivavamo da una vittoria contro la L84 prima di Natale. Contro l'Aosta avevamo fuori giocatori per noi importanti come Gargantini e Silveira, a questo si è sommato l'infortunio di Ferri ad inizio partita, quindi siamo rimasti con rotazioni corte. Al di là di questo abbiamo approcciato male la gara, giocando una delle nostre peggiori gare. Siamo amareggiati, ma sappiamo che deve essere solo un incidente di percorso per ripartire alla grande". 

Per Minazzoli la stagione era iniziata con un pizzico di sfortuna, anche se si sta confermando una pedina importante nello scacchiere di Sau. 

"Durante la preparazione ho dovuto fare i conti con un incidente stradale che mi ha tenuto lontano dal campo tre settimane - racconta - sono stato operato allo zigomo ed ho saltato gran parte della preparazione. Ho iniziato comunque bene, con delle buone prestazioni. Sabato invece un passo indietro, una delle mie peggiori partite da quando sono al Milano. Ma un passaggio a vuoto ci sta". 

Nel mirino c'è il match contro il Città di Mestre, squadra importante che si è rinforzata sul mercato. 

"Ci aspettiamo una partita difficile, loro si sono mossi sul mercato, sarà complicata. Siamo però consapevoli del fatto che in casa possiamo sempre dire la nostra. Faremo di tutto per portare a casa il risultato". 


esp.