Il Napoli saluta i playoff a testa alta: la rimonta non riesce nella ripresa, in finale va Pesaro

Termina una stagione straordinaria. Il Napoli Futsal esce di scena a Pesaro, in gara-2 della semifinale scudetto. Il club caro al presidente Perugino ha accarezzato fino all’ultimo il sogno tricolore all’esordio nella massima serie, non arrendendosi e lottando al PalaFiera dall’inizio al termine della sfida. Il primo tempo è la fotocopia del match di Aversa: il Pesaro mostra i muscoli ed avanza sul 3-0, 3-1 di Turmena ma Borruto ed Honorio marchiano il 5-1 parziale. Nella ripresa il piglio ospite è differente, come all’andata: doppietta di Turmena per il 5-2, il bomber sfiora anche il 5-3 e Titì Borruto dall’altra parte fa invece 6-2. L’eterno Fortino concede il bis fino al 6-4, Tonidandel chiude i giochi e regala l’ultimo atto ai campioni d’Italia. Solo applausi per i partenopei.

LA CRONACA - Subito un’azione rocambolesca premia i padroni di casa e Bolo insacca l’1-0. Grasso, servito da corner, la stoppa e calcia in area ma Espindola è superlativo. Borruto lontano dal bersaglio dalla distanza. Il Cobra, però, non sbaglia una seconda volta: Ganho si oppone brillantemente da due passi, il tap-in vale il 2-0. Basile lancia immediatamente Fernandinho power play: la mossa, tuttavia, conduce al 3-0 dell’estremo difensore dei campioni d’Italia direttamente dalla sua porta. 

Una splendida costruzione corale azzurra, sempre col quinto uomo, giunge fino a Turmena ma il 17 di testa non va a segno. Respinta la conclusione violenta di Coelho, di nuovo Turmena riesce a ridurre il gap con il mancino del 3-1 sfruttando il velo di Fortino. Un errore del portoghese permette a Borruto di entrare in porta col pallone e rimettere le cose sui binari giusti per i suoi (4-1). Honorio insacca il 5-1 a 3’ dal duplice fischio. Sul finire di prima frazione il Napoli esaurisce il bonus falli: Lo Conte, subentrato a Ganho per l’occasione, alza sopra la traversa il tiro libero di Bolo.

Nella ripresa è Turmena ad agire da portiere di movimento: Dian Luka tenta di approfittare della contromossa di Colini con De Oliveira quinto, ma il 77 col destro va sul fondo da posizione defilata. Ancora Turmena per il 5-2 a tu per tu con Espindola. Partenopei galvanizzati, il tracciante di Dian Luka per il laterale che va a caccia della tripletta ma il portiere dei pesaresi è miracoloso con la manona.

Come nella situazione precedente, i marchigiani non accusano il colpo e Borruto cala l’hattrick del 6-2. Il Napoli non molla, da metri zero la firma del 6-3 di Fortino. Non è finita, perché su un batti e ribatti la zampata di Robocop è quella del 6-4. Fioccano le opportunità per il capocannoniere della A e per Bruno Coelho, su una tiro ribattuto è Tonidandel a depositare nel sacco il 7-4 che sancisce il risultato finale e la gioia del collettivo di Fulvio Colini.

Area Comunicazione Napoli Futsal


ITALSERVICE PESARO-NAPOLI FUTSAL 7-4 (pt 5-1)

ITALSERVICE PESARO: Espindola, Tonidandel, Salas, De Oliveira, Bolo, Obbar, Frontino, Honorio, Borruto, Taborda, De Luca, Vesprini, Mariani, Cianni. All. Colini

NAPOLI FUTSAL: Ganho, Grasso, Fernandinho, Fortino, Dian Luka, Daniele, F. Perugino, Bruno Coelho, Arillo, De Simone, Amirante, Turmena, A. Perugino, Lo Conte. All. Basile

ARBITRI: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Marco Moro (Latina), Andrea Saggese (Rovereto), crono: Davide Plutino (Reggio Emilia)

MARCATORI: pt 1' Bolo (P), 7' Borruto (P), 9' Espindola (P), 11' Turmena (N), 13' Borruto (P), 15' Honorio (P), st 10' Turmena (N), 12' Borruto (P), 13' e 14' Fortino (N), 17' Tonidandel (P)

NOTE: ammoniti Taborda (P), De Oliveira (P)