Isola5, Franceschini sogna l'impresa: ''Gifema di un'altra categoria: fuori la mentalità vincente''

Primato da imbattuta, miglior attacco e miglior difesa. Ingredienti succosi per un match che promette scintille e spettacolo con l'Isola5 che fa visita alla capolista Gifema Luparense, per dare una svolta definitiva al proprio campionato. Partita difficile, col capitano Andrea Franceschini che suona la carica in casa biancorossa.


"Loro sono la squadra da battere - spiega Franceschini - hanno giocatori da Serie A ed una rosa profondissima. Sappiamo che sarà dura, ma siamo convintissimi di avere tutte le carte in regola per dire la nostra e provare a fare lo sgambetto alla capolista. Dobbiamo essere consapevoli che non ci è possibile fare passi falsi, quindi mentalità vincente e compattezza del gruppo per arrivare all'obiettivo".


- Sabato scorso il ritorno in campo con doppietta e vittoria.


“Una liberazione! Non giocavo una partita ufficiale da mesi e rientrare riuscendo ad incidere ed aiutare la squadra a vincere ha chiuso il cerchio".


- Inizio difficile per la tua Isola5, cosa hai visto dalla tribuna e su cosa avete lavorato per rialzare la testa.


"Sono state tre partite molto diverse una dall'altra. L'unica vera costante è che creiamo tantissimo e finalizziamo troppo poco. Dobbiamo migliorare nella cattiveria sotto porta, ma per il resto ci siamo. Siamo una squadra unita e che viaggia compatta partita per partita. Vedremo alla fine dove saremo arrivati".


Ufficio Stampa







Foto: Gonzati