Isola5, una partenza da dimenticare. La scossa di Stefani: ''Voglio vedere una squadra più cattiva''

Due partite e due sconfitte per un avvio da incubo in casa di un’Isola5 che deve assolutamente rialzare la testa e preparare al meglio la trasferta di sabato in casa della Mader Bologna. I biancorossi non possono più sbagliare e dopo la partenza in salita devono iniziare a fare punti per non veder sfuggire uno dei primi quattro posti che portano al post-season promozione.


"Ho passato una domenica bollente al telefono per capire gli errori e su cosa lavorare in settimana per migliorare - spiega mister Stefani - ho in mano un mix di giocatori da far coesistere in campo e darò il massimo per farli lavorare al meglio e nella massima serenità per uscire da questo momento nero".


- Cosa non ha funzionato con la Dozzese?


"La sconfitta va assaporata fino all'ultima goccia di veleno, sabato abbiamo trovato una squadra forte con un quartetto che qualche anno fa ha vinto la Serie A2, questo non è un alibi assolutamente ma uno sprono per tutti noi a fare meglio. Siamo stati in partita fino a pochi minuti dalla fine, sotto di un gol abbiamo sfiorato il pareggio e subito dopo abbiamo subito il loro 3-1. Poi nel finale, col portiere di movimento, abbiamo staccato la spina e abbiamo preso una goleada. Dobbiamo fare ancora tanto lavoro e stare tanto assieme per amalgamare una rosa tanto nuova".


- Ora non si può più sbagliare.


"Una partenza in salita, noi dobbiamo pensare a farci la gamba per i prossimi impegni difficili. Pensieri alla sfida di sabato con la Mader Bologna, dovremo avere la giusta cattiveria per togliere lo zero dalla nostra classifica".