breaking news

24/06/2021 22:00

L'Italfutsal concede il bis: contro una buona Olanda è vittoria per 6-4. Poker di De Matos!

Due su due per la Nazionale di futsal, che a Prato – dopo il successo di ieri contro gli Orange per 3-2 - batte ancora l'Olanda nell'ultimo test stagionale. Finisce 6-4 per la squadra di Massimiliano Bellarte, trascinata dal poker di uno straordinario Cainan De Matos.


LA CRONACA - Bellarte cambia qualcosa rispetto a 24 ore fa e parte in quintetto con Mammarella, Esposito, Stringari, De Matos e Merlim. Il primo tempo è da fuochi d'artificio, con ben cinque gol, gli stessi che erano stati segnati in tutta la prima partita. 


Apre il festival delle occasioni De Matos, che si fa parare la conclusione da Kuijk; dall'altra parte, Attahiri da ottima posizione calcia alto. Mammarella dice di no con un piede al calcio di punizione di Mossaoui, poi diventa protagonista Bouzambou: il numero 5 olandese prima mette nella propria porta un pallone messo in mezzo da Stringari (8'06''), poi 39 secondi dopo rimedia all'errore segnando il gol dell'1-1. 


L'Olanda la ribalta poco prima di metà tempo con uno schema da calcio di punizione finalizzato da Boyouzan. L'Italia, sotto di un gol, reagisce prontamente: Kuijk dice di no a Motta, ma non può nulla poco dopo sul tap in di Simone Achilli, che segna il suo primo gol in Nazionale così come era accaduto in gara-1 a Gargantini. 


L'Italia spreca diverse occasioni per tornare avanti, riuscendo però nell'obiettivo a 3'22'' dalla sirena con un gol di De Matos. Prima dell'intervallo ci sarebbe anche la chance di andare sul doppio vantaggio, ma Stringari si fa parare un tiro libero.


Nella ripresa, novità tra i pali azzurri, con Molitierno che prende il posto di Mammarella. Dopo 3', doppia occasione per l'Italia, con Kuijk che dice di no prima a Murilo poi due volte ai tentativi di Esposito. Il 4-2 alla fine arriva al 6'40'': giocata straordinaria sulla linea di fondo di Fantecele, che serve a De Matos un pallone (quello della sua personale doppietta) soltanto da spingere in rete. 


L'Olanda non si dà per vinta e, a 8'37'', si rifà sotto con il 4-3 di Velseboer, che poco dopo si toglie addirittura lo sfizio di segnare la rete della parità. La partita si mantiene in equilibrio fino ai minuti conclusivi: a 1'58'' dalla fine, Kujik devia il sinistro di Merlim ma non può nulla, sull'angolo che ne consegue, su un altro mancino, quello di De Matos, che mette a segno la sua tripletta. 


Tjaden si gioca la carta del portiere di movimento (Boyouzan); l'Italia ha il match point a 19 secondi dalla fine ma Merlim calcia sul palo un tiro libero. Il sesto gol arriva comunque, ancora con De Matos, che vede la porta vuota e calcia in rete per il 6-4 che, stavolta sì, mette il punto esclamativo sulla seconda vittoria dell'Italia.

 

ITALIA-OLANDA 6-4 (pt 3-2)

ITALIA: Mammarella, Esposito, Stringari, De Matos, Merlim, Motta, Di Eugenio, Gargantini, Murilo, Fantecele, Gui, Molitierno, Arillo, Achilli, Ct: Bellarte

OLANDA: Kujik, El Ghannouti, Ceyar, Bouzambou, Mossaoui, Makraou, Velseboer, Bouyouzan, De Wit, Martinus, Van den Eijnden, Attahiri, Bouzit, Charraoui. Ct: Tjaden

ARBITRI: Chiara Perona, Giulio Colombin e Simone Zafino. Crono: Dario Pezzuto

MARCATORI: pt 8'06'' autorete di Bouzambou (I), 8'45’’ Bouzambou (O), 9'49’’ Bouyouzan (O), 12'56’’ Achilli (I), 16'37'' De Matos (I); st 6'38'' De Matos (I), 8'37' e 9'34'' Velseboer (O), 18'04'' e 19'49'' De Matos (I), 

NOTE: espulso Charraoui (O) per doppia ammonizione. Ammonito Murilo (I)