L'Avis Isola all'esame del Castellamonte. Tabbia: ''Ho lavorato sull'autostima, ho molta fiducia''

L’Avis Isola ritrova il campo spostandosi a Castellamonte per il confronto della terza giornata di andata che si annuncia piuttosto complicato per gli astigiani. E mister Sergio Tabbia non si nasconde di certo. 


“Si, è così. Quella di domani sarà una gara molto ostica per tanti fattori. E in più avremo alcune mancanze (Calvo per una distorsione alla caviglia e Sanfilippo per una contrattura, n.d.c.). Ma rimaniamo fiduciosi. Affrontiamo un Castellamonte da sempre squadra ostica e che non molla mai. E poi c’è anche un po’ di sana rivalità sportiva che darà ulteriore sapore al match”.


- Come hai utilizzato la settimana di sosta? Hai avuto la possibilità di correggere quello che non ha funzionato correttamente al debutto?


“Diciamo che ho cercato di dare un po’ più di autostima al gruppo, cosa che ci era mancata per almeno tre-quarti di gara con l’Atletico Taurinense. Per il resto ho puntato su una maggior omogeneità a livello di collettivo: dopo l’arrivo di Karaja non è stato più inserito nessuno e quindi ho cercato di migliorare l’intesa per migliorare le prestazioni sin dalla partita di Castellamonte”.