L'Olimpia Verona batte la Domus ma la festa è rinviata: per la promozione in A manca solo un punto

Nonostante l’Olimpia Verona abbia battuto nettamente la Domus Bresso per 5-1, ha dovuto rimandare la festa promozione in quanto la Sampdoria, seconda in classifica, ha espugnato il campo della Elledi per 4-2. Quindi la situazione in classifica, a due giornate dal termine della stagione regolare, vede ancora al comando l’Olimpia con 70 punti e la formazione ligure distante sei lunghezze. La penultima giornata vedrà i gialloblù impegnati in una trasferta difficilissima sul campo della Leonardo Cagliari, ancora alle prese con la qualificazione ai playoff, mentre i blucerchiati dovranno vedersela in casa contro il Villorba che solo in teoria da questo campionato non ha più niente da chiedere, ma vanta ancora evidenti chances di qualificazione per i playoff per l’A2 Elite.


LA CRONACA - Pala Le Grazie per l’occasione vestito a festa con tantissimi palloncini gialloblù a fare da cornice ai tanti tifosi venuti ad assistere alle prodezze di Leléco e compagni. La partita non è mai stata messa in discussione con l’Olimpia a farla da padrone contro una Domus Bresso venuto a Verona senza grandi pretese. 


All’inizio la squadra gialloblù appare un po' disordinata (forse si sentiva eccessivamente la tensione della partita), poi con il passare dei minuti ha preso vigore e ha cominciato a giocare con molta determinazione. Infatti, dopo un tiro di Leléco finito fuori, all’8’ il solito Titon apre le marcature per i gialloblù. Passa solo un minuto che Alba raddoppia e per la felicità va ad abbracciare la fidanzata a bordo tribuna. 


La partita scorre via senza problemi e da Caramagna, dove gioca la Samp, arriva la notizia del pareggio dei padroni di casa. Risultato che promuoverebbe aritmeticamente l’Olimpia, che intanto incrementa il bottino di gol quando Alba, al 13’, serve Beluco che con un tocco da sotto batte il portiere in uscita. Prima del riposo gli ospiti accorciano le distanze con Battaia.


Ad inizio ripresa arriva la notizia che la Sampdoria è passata in vantaggio. I gialloblù non si scompongono e continuano concentrati nel loro gioco che li porta a segnare il quinto gol con Titon, bravo ad appoggiare di testa in rete un cross di Leléco. Ancora un sussulto al 13’ con Portinari che firma la quinta rete con un preciso tiro all’incrocio. Ma per la promozione bisognerà attendere i 40’ in programma alla vigilia di Pasqua in Sardegna


Felice Gattamelata (da L'Arena)



OLIMPIA VERONA-DOMUS BRESSO 5-1 (pt 3-1)

OLIMPIA VERONA: Siqueira, Leléco, Alba, Ortega, Titon, Bursi, Portinari, Giannattasio, Rocha, El Aafi, Beluco, Mazzoni. All. Castagna

DOMUS BRESSO: Capitanio, Moya, Battaia, Sasso, Surace, Grasso, Comi, Beccaria, Previtera, Di Biasi, Ruggiero, Ferrario. All. Santini

ARBITRI: Bolognesi (Fermo), Cristea (Albano Laziale), crono: Fior (Castelfranco Veneto)

MARCATORI: pt 8' Titon (OV), 9' Alba (OV), 13' Beluco (OV), 18' Battaia (DB), st 5' Titon (OV), 13' Portinari (OV)

NOTE: ammoniti Giannattasio (OV), Di Biasi (DB), Surace (DB)