L'Olimpia verso la ripresa (e l'Orange). Castagna ci crede: "Determinati a portarci a casa 3 punti"

Nove punti di vantaggio, che l’Olimpia Verona ha rafforzato vincendo la prima giornata di ritorno a Pagnano e che nelle 14 giornate che rimangono dovrà assolutamente cercare di gestire, lavorando di parsimonia e oculatezza.


Luca Castagna ha iniziato il suo lavoro di catechizzazione durante la sosta di fine anno:i come la squadra ha lavorato in questo periodo? Il largo vantaggio acquisito in classifica ha permesso al tecnico scaligero di essere meno opprimente e di affrontare con relativa tranquillità la pausa natalizia?


“Durante la sosta, tranne qualche giorno di riposo a Natale, ci siamo allenati regolarmente, con un occhio alla parte atletica in vista del girone di ritorno. Fortunatamente è dall'inizio della stagione che ci alleniamo serenamente e da questo punto di vista non è cambiato niente. Il vantaggio accumulato nel girone di andata è sicuramente un fattore positivo da tenere in considerazione, ma non deve condizionare il lavoro che abbiamo fatto fino ad ora”.


- L'Olimpia riparte da un test casalingo da prendere con le pinze. Il valore dell'Orange è risaputo nonostante le defezioni accusate nel mercato di dicembre, ma è altrettanto vero che quella astigiana è una squadra decisamente incostante. Come andrà preparato un confronto come questo che riporterà il tuo gruppo nel clima dei tre punti?


“L'Orange Asti è una squadra con molta qualità. Ha vinto contro la Sampdoria e in un campionato come questo poi può succedere di lasciare qualche punto per strada in maniera inaspettata. Hanno preso Ghouati, che non sarà al massimo della condizione visto che viene da un infortunio, ma che comunque è un giocatore di una certa esperienza. Affronteremo questa partita come facciamo dall'inizio, serenamente ma determinati a portare a casa i tre punti”.