L'Olimpia vola con l'Asti ma Leleco avverte: "Gennaio mese decisivo, adesso serve ancora continuità"

Non poteva iniziare in maniera migliore il 2023 dell'Olimpia Verona, che battendo in casa per 4-1 l'Orange Futsal Asti ha gettato le basi migliori da cui partire per affrontare un gennaio a dir poco impegnativo: questo sabato a Genova ci sarà il big-match con la Sampdoria, la settimana dopo il GPA Mestre e il Manfredonia in Coppa Italia, infine l'Elledì in trasferta. Il capitano degli scaligeri Leleco ci ha quindi aiutato a fare un po' di mente locale riguardo a questo caldo gennaio, partendo da un'analisi del recente successo contro la formazione piemontese.

- Leleco, siete partiti a bomba in questo 2023 con una grande vittoria sull'Orange Asti: che tipo di gara è stata? Più semplice del previsto? O loro sono riusciti a mettervi in difficoltà sotto qualche aspetto? 

"La partita contro l'Asti è stata una gara molto dura, direi per niente semplice. Loro hanno giocatori di grande esperienza come Ramon che possono cambiare la partita in un attimo; loro sono rimasti sempre in partita. Siamo stati bravi a segnare i gol nei momenti giusti e a non abbassare l'intensità difensiva".

- Adesso vi aspetta un gennaio pieno di impegni importanti: tu come commenti questo mese? Quali possono essere le incognite di un periodo così intenso come quello che vi aspetta? 

"Abbiamo un mese di gennaio veramente decisivo. Sappiamo tutti che nel girone di ritorno ogni partita è una finale perché servono punti a tutti. Noi, come da inizio campionato, pensiamo partita dopo partita. E questa settimana la nostra testa è al match di sabato contro la Sampdoria". 

- Chiaramente il lavoro è sempre al primo posto, ma se dovessi indicare un'altra parola d'ordine per questa seconda parte di campionato, cosa diresti?

"Continuità, in questa seconda parte di campionato che si decide tutto. È vero che abbiamo fatto molto bene fino qui, ma non serve a nulla se non diamo continuità. Si deve continuare a lavorare ogni giorno cercando di migliorare per la prossima gara perché il campionato è ancora molto lungo".

l.m.