breaking news New
  • 05/03/2021 22:13 #RecuperiA2: pari tra Vip Altamarca e Mediterranea, vince il Santu Predu
  • 05/03/2021 21:59 Guto e Salas spingono la Roma: 5-3 alla Lazio nel derby della Capitale
  • 05/03/2021 18:38 #SerieA2: giocatori convocati in Nazionale, rinviata la sfida tra Napoli e Bernalda
  • 05/03/2021 18:36 Nicolodi-Japa Vieira, l'Italia vola in Finladia: azzurri avanti 2-0 all'intervallo
  • 05/03/2021 13:23 #SerieA2: il derby capitolino apre la diciottesima giornata. Alle 20 c'è Lazio-Roma

17/01/2021 13:01

La Domus vince e convince in Sardegna: travolto l'Ossi, i bressesi a -3 dalla Leon capolista

L’inizio di gara aveva fatto temere una partita oltremodo complicata per la Domus Bresso, con la rinnovata Ossi che, dal basso del suo posto di fanalino di coda del girone A, aveva cominciato in maniera decisamente baldanzosa la sfida, per dimostrare che l’ultimo posto (peraltro con sole tre gare giocate) non era affatto quello spettante alla squadra di Puddu: e così, il palo di Wendel assistito da Lemma dopo quattro minuti, non era altro che l’antipasto del vantaggio sassarese firmato dallo stesso Lemma su punizione da posizione vantaggiosa.


Alla Domus serviva uno schiaffo per svegliarsi e da quel momento a Osilo si assisteva a un match a senso unico, con la squadra di Alessio Battaia unica protagonista e capace di ribaltare la situazione in un amen, per poi mettere una pietra sull’esito del match già al ritorno negli spogliatoi.


All’8’32” arrivava il pareggio di Surace su azione combinata con Marrone, al 14’ milanesi in vantaggio di Di Biasi che sfruttava al meglio un palla vacante nell’area sarda e dopo due minuti era Dragone a segnare indisturbato il 3-1 concretizzando una iniziativa di Di Biasi. Al 16’32” sinistro di Rosa a tagliare sul secondo palo per la scivolata vincente di Di Biasi: 4-1. Al 17’46” il quinto gol ancora di Dragone, che appoggia facilmente in rete sotto misura. Al riposo, dunque, Domus avanti per 5-1.


Ripresa che si apriva con i portieri protagonisti nel giro di pochi secondi. Al 3’40” miracolo di Zamburlin su Wendel, sull’altro fronte Pilo evita in uscita il gol di Marrone. Ma è questione di qualche secondo per il bomber pavese, che segna al 3’57” ricevendo palla e bruciando Pilo in uscita. Al 4’30” punizione di Surace sul secondo palo per l’appoggio vincente di Cristian Battaia: 7-1.


Mister Alessio Battaia fa riposare Zamburlin e al 6’ tra i pali manda Arengi. La partita ormai non ha più storia: al 9’30” assist di Cristian Battaia per Previtera appostato sul primo palo ed è l’8-1. Ancora Marrone, al 16’07” combina con Previtera e piazza la palla nel sacco per il 9-1.


Con i tre punti del recupero di Osilo, la Domus resta in piena corsa per il primato nel girone A, rafforzando il suo terzo posto ma avvicinando la Leon capolista, adesso avanti solo di tre lunghezze, a -2 da quel Videoton che, come ha sottolineato mister Battaia, è adesso più di una semplice outsider nei discorsi di alta quota.