La Gadtch fa quadrato in vista della Spes. Veschini carica: ''Ci manca solo un pizzico di fortuna''

Il momento non è affatto dei più semplici per la Gadtch, che perdendo anche a Fano con l’Eta Beta si trova impelagata pericolosamente nella bagarre-salvezza, sprofondata in penultima posizione. Novità sono attese dalla prima fase del #futsalmercato: la prima in entrata è stata sostanzialmente formalizzata dalla dirigenza perugina, che si appresta a tesserare il giovane portiere Jacopo Carucci, classe 2005, l’anno scorso esterno difensore della Rappresentativa dell’Umbria, che si è svincolato dal San Martino di Gubbio e da metà dicembre sarà ufficialmente a disposizione di Marco Veschini. Che in vista della Spes Poggio Fidoni cerca di dare uno scossone alla squadra.


“La cosa su cui costruire un campionato migliore? Sembra un eufemismo, ma sono le prestazioni che la squadra offre ogni sabato, perché è solo quel pizzico di sfortuna che non ci consente di fare punti. Il messaggio che ho lanciato alla squadra è quello di continuare ad offrire prestazioni importanti perché è tramite questo che inizieremo a fare punti. Sarei stato più preoccupato se ogni sabato subivamo le iniziative di ogni avversario, così non è mai accaduto, per cui fiducia piena in noi stessi e avanti: l'esperienza arriverà insieme ai punti necessari per tirarci fuori dai guai in cui ci siamo messi”.


Un Veschini, insomma, motivatore quello che lancia la sfida alla formazione sabina.


“È questo lo spirito col quale andremo ad affrontare la Spes e a fine gara tireremo le somme. Dispiace dover rinunciare a Leandri (fatali i tre minuti giocati a Fano che hanno peggiorato un quadro fisico già non ottimale, n.d.c.) e non ci saranno gli assenti di lungo corso Doricchi e Carlocelli. Ci tengo tuttavia - ha concluso Veschini - a ringraziare i ragazzi che hanno deciso di non continuare questa avventura: anche loro hanno contribuito a riportare la Gadtch nel nazionale e non lo dimenticheremo”.


Si tratta nello specifico di Mignini, Introppico e del portiere Simonetti, che hanno già rescisso l’accordo di collaborazione sportiva col presidente Gabriele Gaggia.