breaking news

05/07/2022 12:31

La L84 si sta rifacendo il look (per la Serie A?). Dopo Turmena, Egea e Vidal l'obiettivo è Basso?

Le ultime partenze in ordine di tempo sono state quelle di Alan Patrick De Oliveira e Fabio Poletto, che erano state precedute dall’addio di Jonas, Turello, Dragone, Cabeça e prima ancora di Edu Dias e Rodrigo Miani. 


Sul fronte delle conferme, su quelle di Josiko e Tuli non c’erano particolari dubbi e in attesa che la lista dei giocatori venga spulciata fino in fondo, a Volpiano si cominciano a pesare i nomi dei giocatori che andranno a far parte del roster che la società di Lorenzo Bonaria cercherà di mettere a disposizione del nuovo allenatore, che sarà - terminati gli impegni ufficiali col Settore Tecnico della FIGC (e salvo clamorosi dietrofront) - Alfredo Paniccia.


NOMI A 24 CARATI - Una premessa è d’obbligo: la L84 si sta muovendo sperando di poter fare la Serie A (c’è sempre la posizione del CMB a ballare), se così non sarà il campionato di A2 vedrà ai nastri di partenza una squadra ai limiti dell’illegalità. Con tanto di serbatoio giovanile di primi livello.


Jonatha Falco si è mosso per tempo e anche se preso dalla questione-Podda (freme per riuscire a chiudere il rinnovo dell’accordo con la Leonardo proprietaria del cartellino del gioiello cagliaritano) non ha certo messo in secondo piano gli altri obiettivi di mercato. E questi sono già certezze: Turmena ed Egea, reduci dalle esperienze di Napoli e Sala Consilina, ma soprattutto Pablo Vidal, la cui trattativa con il Boca sembra essersi risolta con l’ok del club argentino.


Ma non solo. In ingresso c’è anche Daniele Cerbone, bomber indigeno che nell’ultima stagione è andato in prestito all’Elledi, ma la grande novità potrebbe riguardare l’assetto difensivo, con il colpo rappresentato da Alexandre Basso, ex Regalbuto, Porto San Giorgio e Petrarca, una colonna portante per una pacchetto arretrato sicuramente di maggiore consistenza.