breaking news
  • 14/05/2021 22:44 Serie A2 Femminile, playout girone C: Spartak Caserta-FB5 il 23 maggio, gara-2 il 6 giugno
  • 14/05/2021 22:43 Serie A, le nuove date dei playout: Aniene-Mantova sabato 22 maggio, ritorno il 29
  • 14/05/2021 22:39 Piemonte, Serie C1: Avis Isola-Top Five 5-1 nell'anticipo della 7ª giornata di andata
  • 13/05/2021 22:44 Puglia, Serie C1: nel recupero della seconda giornata Futsal Noci-Brindisi 4-1

27/11/2020 23:33

La MGM 2000 è pronta per il recupero più desiderato: domani (finalmente) c`è il Fucsia Nizza

L’allenatore della MMG, Gianmaria Craperi, presenta il Futsal Fucsia Nizza, contro cui i valtellinesi domani giocheranno finalmente il confronto già rimandato per il Covid ben due volte.

”È una neopromossa, ma solo sulla carta. Dispongono di giocatori molto esperti, che hanno già militato in questa categoria. Sarà una partita molto complicata, dovremo essere bravi a proseguire sulla strada tracciata nelle ultime partite”.

I morbegnesi si presentano quasi al completo alla sfida di domani.- Mancheranno Gramegna, che ha rimediato una lesione del legamento del ginocchio e ne avrà per un paio di mesi, e Chistolini, che tornerà probabilmente a metà dicembre. Rientra il capitano Demichelis, recuperato per la panchina Casile.

L’obiettivo dichiarato della MGM sono i tre punti: solo una partita attualmente disputata in casa, che ha coinciso con la migliore prestazione stagionale finora e il miglior risultato. Il 4-4 nel derby con il Lecco rappresenta infatti un punto di partenza per la squadra di Gianmaria Craperi, che da quel momento ha cambiato faccia. Da applausi anche l’ultima prova, in cui i neroverdi hanno tenuto testa a una big del girone, la Elledì Fossano, cedendo solo nei minuti finali con il punteggio di 6-3.

Il fatto di congelare il campionato per dare spazio ai recuperi non trova concorde Craperi.

”Sono assolutamente contrario, perché in questo modo si è creata più confusione di quella che c’era prima. Bisognava tutelare di più gli attori in campo e fornire regole più precise. Ci sono squadre che non hanno ancora giocato una partita. Mi aspettavo tutta un’altra reazione da parte della Divisione Calcio a 5 non solo dal punto di vista organizzativo, ma anche riguardante l’aspetto sanitario”.

Simone Belletti - Ufficio Stampa