breaking news New
  • 05/03/2021 18:38 #SerieA2: giocatori convocati in Nazionale, rinviata la sfida tra Napoli e Bernalda
  • 05/03/2021 18:36 Nicolodi-Japa Vieira, l'Italia vola in Finladia: azzurri avanti 2-0 all'intervallo
  • 05/03/2021 13:23 #SerieA2: il derby capitolino apre la diciottesima giornata. Alle 20 c'è Lazio-Roma

29/11/2020 10:30

La rimonta del Real Augusta si ferma proprio sul più bello: il Lamezia sbanca il PalaJonio, è 2-4

Prima vittoria esterna della stagione per la Ecosistem Lameziasoccer che sbanca il Palajonio di Augusta nella gara di recupero della quarta giornata di campionato.

Un successo meritato che possiamo sintetizzare così: Montesanti crea e Sperlì conserva. Sono stati loro i massimi protagonisti della contesa, senza nulla togliere agli altri; il primo con una tripletta, il secondo con una serie di parate da vecchio marpione dei pali.

Il team orange è sceso in campo con la determinazione di voler portare in porto un risultato utile ma non è stato facile in quanto, l’avvio della gara, è stato tutto in salita con i padroni di casa che impegnavano l’estremo lametino che si ergeva subito a protagonista e spronava i compagni.

Passata la tempesta iniziale (è proprio il caso di dirlo visto quello che imperversava fuori l’impianto) la squadra di carrozza ha cominciato a replicare alle sortite dei padroni di casa riuscendo a mettere in cassaforte un doppio vantaggio con Montesanti, bravo a sfruttare le sue doti con una prestazione monstre.

Sul doppio vantaggio, a metà tempo, saltava l’impianto dell’energia elettrica e la gara veniva sospesa per parecchi minuti. Una pausa che avrebbe potuto cambiare l’andamento del match ma che invece è continuato sulla falsa riga della prima metà. Estremi difensori che erano protagonisti da una parte e dall’altro ed attaccanti lametini che in diverse circostanze mancavano il colpo del ko e su un’uscita errata beccavano il gol di Urso che accorciava le distanze.

Nella ripresa il risultato non si schiodava nella prima metà nonostante le occasioni non mancassero, di contro affiorava un po’ di nervosismo ed affioravano i cartellini gialli con De Masi che ne faceva le spese con un’espulsione per doppia ammonizione subito dopo il pareggio dei locali.

I due minuti di inferiorità numerica sembravano un’eternità e la beffa era dietro l’angolo ma gli orange sapevano gestirsi bene; chiudevano ogni varco ed addirittura conquistava un tiro libero che però capitan Morelli sprecava mandando alto. Subito dopo essere tornati in parità numerica i lametini colpivano ancora con Montesanti che appostato sul secondo palo spingeva in rete un assist di Deodato.

A questo punto l’Augusta si giocava la carta del quinto di movimento ma veniva punita da Caffarelli che su un errore nel giro-palla degli avversari centrava la porta con un tiro al volo dalla propria area di rigore.

Mancava poco alla fine ma c’era spazio per altre emozioni tra cui un altro tiro libero per l’Ecosistem. Questa volta si presentava alla battuta Scervino che lasciava partire una bordata che Siciliano respingeva ance sulla ribattuta dello stesso Scervino.

Tre punti nel complesso meritati che rilanciano in classifica la formazione lametina verso una posizione più consona alle aspettative.

REAL AUGUSTA-LAMEZIA 2-4
REAL AUGUSTA: Siciliano, Lapedota, Spampinato, Pagliaro, Roselli, Scino, Mignosa, Palumbo, Fedele, Felice, Mirabella, Urso. Allenatore: Blandino
LAMEZIA: Sperlì, Deodato, Caffarelli, Morelli, De Masi, Scervino, Montesanti, Gigliotti, Gatto, Mantuano, D’Agostino. Allenatore: Carrozza
ARBITRI: Schillaci di Enna e Turiano di Reggio Calabria. Crono: Sfilio di Acireale
MARCATORI: pt 5’09 e 9’25 Montesanti (L), 15’42’’ Urso (RA), st 11’13’’ Mirabella (RA), 17’17’’ Montesanti (L), 17’42’’ Caffarelli (L).
NOTE: espulso 12’st De Masi (L) per doppia ammonizione.

 

Ufficio Stampa Lamezia