Lo Sporting Altamarca ha il matchball per l’A2. Serandrei: “Canottieri temibile, restiamo umili”

Per lo Sporting Altamarca sabato potrebbe essere una data storica. Contro la Canottieri Belluno una vittoria darebbe infatti ad Halimi e soci la matematica promozione in Serie A2, a prescindere dall’esito del big-match di giornata che si giocherà a Chiuppano tra Carrè ed Hellas Verona.

Altamarca, dunque, che focalizza la sua attenzione sulla Canottieri, squadra tutt’altro che appagata e che si trova in piena lotta per raggiungere i play-off. Bellunesi al sesto posto, a -3 dai “cugini” della Giorik Sedico, ma con una partita in più da disputare.

“Sappiamo che non ci sono partite facili – evidenzia il tecnico dello Sporting Altamarca, Kim Serandrei.  – Ogni gara nasconde un’insidia e sappiamo che loro saranno molto motivati vista la necessità di punti. La Canottieri imposta sempre partite molto tattiche e dobbiamo fare grande attenzione. Anche a loro servono i tre punti e, forse, saranno meno guardinghi in difesa rispetto all’andata…”.

Come arriva la tua squadra a questo importante appuntamento?

“Ci arriviamo abbastanza bene, senza indisponibili e solo con qualche lieve problema fisico di qualche giocatore, ma roba di poco conto. A livello mentale stiamo bene, come accaduto per tutto l’arco del campionato. Sappiamo che con umiltà e con un profilo basso, si possono ottenere grandi risultati, a volte anche inaspettati. È sempre stato il mio credo e sempre lo sarà. Una mentalità del genere mi ha sempre regalato grandissime soddisfazioni nel corso della mia attività come allenatore di oltre dieci anni. Sarebbe bello che anche quest’anno fosse così. Noi ci proveremo…”.