Maccan Prata, l'A2 è realtà. Capitan Spatafora: "Grande successo meritato, abbiamo dato il massimo"

Nell'ultima estate Oscar Spatafora era stato investito dei gradi di capitano del Maccan Prata: un onore ma anche un onere, per qualsiasi giocatore. L'ex giocatore dell'Atletico Nervesa però ha saputo assumersi le sue responsabilità con grande leadership, guidando i propri compagni sul campo alla promozione del club friulano in Serie A2. Un traguardo che ovviamente ha riempito d'orgoglio il centrale classe 1991. 

“È davvero un grande successo, ce lo meritiamo tutti - esordisce Spatafora intervistato dall'ufficio stampa del Maccan Prata -. Quest’anno abbiamo dato il massimo, la squadra è stata creata per arrivare in cima e approdare in A2. Ce la stiamo facendo: ora continuiamo così fino a fine stagione”.

La gioia è tanta, quindi è normale festeggiare un tale traguardo con grande esuberanza. Tuttavia Spatafora rimane lucido quando viene chiamato a dare uno sguardo all'ultima fase di stagione.

“L’arrivo in A2 si deve assolutamente festeggiare, a prescindere dalla posizione in classifica. Però noi continueremo a lottare per arrivare primi perché vogliamo vincere il girone; le altre squadre sono dietro e noi non dobbiamo mollare un attimo, fino alla fine”.

In chiusura arriva anche una rapida analisi della vittoria di sabato scorso sul Grangiorgione, che ha permesso ai gialloneri di festeggiare con cinque giornate d'anticipo il tanto sognato salto di categoria.

“Dico che è stato un peccato per la Tiemme perché loro hanno molta qualità, anche rispetto ad altre squadre nel nostro girone. Credo siano stati penalizzati molto dal portiere e questo a lungo andare in una partita lo soffri, quindi il risultato è veritiero. Ripeto, è un peccato per loro, però è stato un bene per noi”. 


Foto: Dozzi