Melilli, Failla predica calma: “Pronti ad una trasferta difficile. Infortuni? Fanno parte del gioco”

Un’altra sfida attende all’orizzonte il Città di Melilli che si appresa alla trasferta sul campo del Ciampino Aniene. Si affrontano due squadre che hanno da poco cambiato la guida tecnica, da qualche settimana in più i neroverdi, recentissimo è invece l’avvicendamento Ceppi-Ibanes (per lo spagnolo si tratta di un ritorno dopo la passata stagione).

C’è voglia e soprattutto necessità dettate dalla classifica, per entrambe, di raggiungere i tre punti e, in particolare in casa Melilli, si rincorre il primo storico acuto in Serie A ed a presentare la sfida è Peppe Failla, colui che ha centrato la stoccata vincente, nella finale play-off dello scorso, tra mille emozioni, che ha consentito ai suoi di superare il Regalbuto e centrare la promozione.

“Anche contro il Ciampino Aniene mancheranno alcuni elementi importanti della squadra, ma non dobbiamo perdere la testa. Purtroppo, gli infortuni fanno parte dello sport. Affronteremo una squadra fisica, forte, che sta facendo comunque bene nonostante il quart’ultimo posto. Dal canto nostro ci siamo allenati bene cercando di curare nei minimi dettagli tutti gli sbagli che abbiamo commesso”.

Senza dubbio l’emozione impareggiabile di quel gol che è valso la Serie A, e per te ritornarci adesso dopo avere indossato la maglia del Kaos, ha un valore doppio. Che sensazioni stai provando in queste prime giornate?

“Sicuramente quel gol non ha paragoni e di certo questa Serie A ha un valore doppio, raggiunta con merito e tanti sacrifici. Le sensazioni, ovviamente, bellissime. Sentire il pubblico che urla ‘Melilli’ è un brivido, è un qualcosa di indescrivibile. Il sogno? Il mio obiettivo è sempre quello di indossare la maglia Azzurra (già convocato anni fa da Menichelli, ndr); con sacrificio e abnegazione ci riuscirò…”.

 

(foto: Fazzone)