Mendez vuole un Messina più convinto e consapevole: “Contro il Sammichele per tornare a vincere”

Il Messina deve accontentarsi, a denti stretti, soltanto di un pareggio nello scontro diretto con la Gear Piazza Armerina. Il quintetto peloritano, falcidiato anche dai cartellini, non riesce a tornare alla vittoria nella sfida siciliana.

“Un pareggio difficile da accettare – sottolinea Lautaro Mendez ai nostri microfoni. – Abbiamo iniziato molto bene i primi dieci minuti andando sul 2-0 e poi è accaduto esattamente come contro il Monopoli, subedo la rimonta dell’avversario. La sensazione che potesse arrivare la vittoria è sfuggita nel finale; tuttavia, non perdere contro una diretta concorrente è comunque un risultato apprezzabile. Le espulsioni? Sono situazioni che, come squadra, vanno superate, sia tatticamente sia mentalmente…”.

Ma cosa sta mancando a questo Messina per ritrovare la vittoria?

“Stiamo fallendo nei dettagli che alla fine è ciò che fa la differenza. Abbiamo un buon attacco, ma siamo vulnerabili dall'altra parte del campo. È ora di essere una squadra ordinata e convinta; se riusciamo a mettere insieme questi aspetti, la vittoria arriverà di conseguenza”.

Sabato appuntamento in Puglia, sponda Sammichele.

“Andiamo in Puglia con il desiderio di aggiungere tre punti che farebbero comodo alla nostra classifica. Ci sono diverse squadre coinvolte nella lotta salvezza, tuttavia il nostro destino dipende solo da noi stessi. Non c'è alternativa solo lavoro e convinzione”.