breaking news

28/01/2022 20:39

Merlim saluta Euro '22 a testa alta: "Dovevamo segnare a inizio ripresa: non siamo stati spietati''

Alex Merlim, capitano dell’Italia, ci ha creduto fino all’ultimo all’impresa di staccare il pass per i quarti. Soprattutto dopo l’inizio rampante della ripresa, che ha visto gli Azzurri andare più volte vicini alla rete del pareggio, che avrebbero indubbiamente meritato.


“Penso che il modo migliore per spiegare questa sconfitta - interviene Alex ai microfoni di Uefa.com - sia quello di puntare all'inizio del secondo tempo dove abbiamo avuto tante occasioni per fare il 2-2 ma non siamo riusciti a segnare, mentre poi abbiamo subito la terza rete che ha complicato tutto. Dovevamo essere più spietati sotto porta, a questo livello fa assolutamente la differenza. Abbiamo provato di tutto con il portiere di movimento ma evidentemente non era il nostro giorno migliore”.


Europei che si concludono mestamente per uno dei più forti giocatori al mondo.


“Sono molto orgoglioso della squadra, dai giocatori allo staff, perché tutti abbiamo lavorato tanto per arrivare fino a questo punto. Forse la preparazione non è stata delle migliori, ma ora dobbiamo rialzare subito la testa e iniziare a pensare a quello che sarà il nostro prossimo obiettivo, ossia il Mondiale. Vestire questa maglia e giocare per l’Italia in un grande torneo come questo mi rende molto orgoglioso: voglio ringraziare tutti coloro che lo hanno reso possibile”.






Foto: uefa.com