Mignini prevede un altro sabato di sofferenza. ''Ma la Gadtch è in queste occasioni che si compatta"

Quello che stiamo vedendo da alcune settimane a questa parte, almeno dal post-finale di Magione, è una Gadtch che sembra aver perso la sua lucidità e che va avanti a sprazzi. Considerando anche le particolarità del campionato umbro (due delle ultime partite i perugini le hanno giocate all'aperto) è da credere che ci sia stata proprio un'involuzione nelle prestazioni oppure si tratta solo di una condizione fisiologica dalla quale gli uomini di Ercolanoni stanno venendo fuori?


Un quesito che abbiamo posto a Filippo Mignini.


“Penso proprio che sia un involuzione fisica. Purtroppo siamo stati fermi senza allenamenti più di un mese prima di giocare la finale di Coppa, nel corso della quale si é infortunato un elemento chiave della squadra come Ciafardini, e ci siamo trascinati questa fatica per le partite successive dove siamo rimasti sempre abbastanza corti a causa di vari infortuni”.


- Domani affrontate una squadra camaleontica come la CTS Grafica. All'andata vinceste di misura, in questa fase - Orvieto a parte - le partite le state vincendo quasi sempre con uno scarto minimo. C'è da aspettarsi un'altra gara di relativa sofferenza o in settimana hai visto un gruppo più tonico?


“Credo si prospetti un’altra partita di sofferenza, al netto di quanto detto prima, ma abbiamo visto che la nostra squadra nelle difficoltà riesce a dare sempre quel qualcosa in più per arrivare al risultato desiderato: siamo un gruppo molto unito e questo ci permette di combattere l'uno per l'altro”.


- Ormai è conclamato che la promozione in A2 passerà attraverso il duello Grifoni-Gadtch, ma questo gap (anche con lo scontro diretto da giocare) rischia di rappresentare un gap? Nel senso che non potrete più basarvi solo sui vostri risultati ma dovrete sperare anche in qualche passo falso dei Grifoni?


“I Grifoni stanno facendo un campionato di gran livello e vorrei fare alla squadra di mister Picchietti le mie congratulazioni perché sono un gruppo molto tosto e con delle individualità importanti. Penso anche che siamo le squadre più attrezzate per contenderci questo campionato, ma noi, dopo la partita di Calvi, abbiamo smesso di guardare i risultati delle altre concentrandoci solo sui nostri, giornata per giornata, e vedremo dove si arriverà”.







Foto: Milizia