Milano, Sau ammette: ''Squadra stanca mentalmente, contro l'Arzignano non avremo nulla da perdere''

Inizia il cammino playoff del Milano, e lo fa con una partita complicatissima. I ragazzi allenati da Daniele Sau se la vedranno infatti al primo turno contro l'Arzignano, una partita secca dall'altissimo coefficiente di difficoltà contro una squadra che si è vista sfuggire dalle mani la promozione in Serie A nell'ultimo minuto dell'ultima giornata di campionato nello scontro diretto contro la L84. Anche il Milano, come tutti, ha risentito di una stagione lunga ed estenuante, come ammette anche il tecnico Daniele Sau. 

"La squadra è stanca, soprattutto dal punto di vista mentale. Ma manca poco e c'è bisogno di fare l'ultimo sforzo, poi tutti torneranno a fare la loro vita staccando la spina da questa stagione di futsal". 

Parole che evidenziano in maniera chiara tutte le difficoltà di una annata in cui il raggiungimento dei playoff è stato un risultato comunque importante, proprio alla luce dell'emergenza vissuta. Ci sarà bisogno però della versione migliore possibile del Milano per sperare di uscire indenni dal PalaTezze, contro un Arzignano che vorrà prendersi dai playoff ciò che è sfuggito dalla regular season. 

"L'Arzignano ha la squadra per salire in Serie A - dice ancora Sau - forse nell'ultima gara, come si suol dire, è venuto un po' il "braccino corto" e ha perso sul filo di lana. Mi aspetto di trovare una squadra agguerrita e desiderosa di andare in Serie A attraverso i playoff. Noi saremo sereni, e giocheremo come una squadra che non ha pressioni e nulla da perdere". 


esp.