Milella riallinea l'Hellas: ''Juninho e Ique hanno portato solidità. A Nervesa per prendere fiducia"

Nove punti nelle tre partite che chiuderanno il 2021 per un Hellas Verona che sa bene di doversi rimboccare le maniche e cercare di recuperare tutto il terreno perso nella prima parte della stagione. Le operazioni di inizio dicembre, con l’arrivo di Juninho e Ique, sembrano aver prodotto l’effetto che Milella sperava. 


Al tecnico scaligero chiediamo che giudizio ha tratto dalla prestazione con la Leonardo alla luce degli inserimenti di Juninho e Ique, ma soprattutto se c’è ancora qualcosa che va comunque ottimizzato a livello di interazione in campo?


“La prestazione con la Leonardo a mio avviso è stata più solida e meno altalenante rispetto alle precedenti partite. Questo sicuramente dovuto ai nuovi inserimenti. Logicamente dobbiamo lavorare molto per trovare un nuovo assetto di squadra”.


- Pensi che in questa fase di riequilibratura del gruppo il calendario, che prima della sosta vi mette di fronte a squadre della parte bassa della classifica, possa essere un importante valore da sfruttare?


“Per noi, in questa fase di cambiamento sostanziale delle caratteristiche della squadra, ogni partita riveste una grande importanza e i risultati sono fondamentali per ridare fiducia ed energia a tutto l'ambiente. Per questo motivo non esistono impegni o calendario più agevole, ma avversari da affrontare con la massima determinazione mentale”.


- Domani a Nervesa. Affrontate una squadra che sta profondamente trasformandosi: che insidia può portare questa trasferta in questa fase specifica del campionato?


“In questa ottica la partita di domani è estremamente delicata. Noi vogliamo dare continuità di vittorie ma troveremo un avversario affamato di punti”.