Naonis, scontro salvezza con il Miti. Quarta: "Più uniti di prima. Parola d'ordine? Concentrazione"

Una partita che non si può sbagliare. Dopo il colpaccio compiuto a Mestre battendo il Bissuola, il Naonis, nella 17a giornata del girone B di Serie B davanti al pubblico amico del PalaVallenoncello è chiamato a dare tutto nel match salvezza contro il Miti Vicinalis. All'andata i neroverdi si erano arresi all'ultimo per 3-2 dimostrando comunque grande cuore; ora invece una sfida che matematicamente non decreta ancora nulla, ma che nei fatti mette in palio una grossissima fetta della permanenza nella categoria. Alla vigilia del match tra la coppia di fondo classifica, con i friulani a inseguire i veneti distanti cinque punti, ha preso la parola Joshua Quarta, laterale classe 2004 tra i migliori prospetti del club pordenonese. 

- Joshua, come sta la squadra in vista del match con il Miti? Qual è il vostro stato d’animo a meno di 24 ore dall’inizio del match? Sentite la pressione di una gara potrebbe decidere quasi in maniera definitiva il vostro destino?

"La squadra sta bene ed in questo momento è ancora più unita di quanto non lo fosse prima. C’è pressione sì, ma c’è anche tanta voglia di vincere e so che la squadra darà il 120% per portare a casa il risultato".

- A quali caratteristiche del Miti Vicinalis dovrete prestare attenzione?

"Sicuramente al buon giro palla e alla solidità della squadra, alla rapidità di alcuni giocatori e all’esperienza del centrale nonché capitano Daniele Correa".

- Quale dev’essere la parola d’ordine della vostra prestazione?

"Concentrazione: non dobbiamo farci sopraffare dai momenti e dobbiamo restare sempre lucidi e in partita, non dobbiamo abbatterci se andiamo sotto, ma neanche avere troppa euforia e fretta se andiamo in vantaggio. Sarà una gara quasi alla pari come si è visto anche all’andata finita con un solo gol di differenza".


l.m.






Foto: Miti Vicinalis