Niente da fare, l'Essedi Maschito saluta la Serie B: decisiva la sconfitta interna con il Latiano

Con la sconfitta di ieri pomeriggio, nella 17a giornata del girone G, l' Essedi Maschito saluta matematicamente la Serie B dopo un solo anno di permanenza. L'ennesima gara persa è giunta al termine di una partita iniziata con la tegola dell'infortunio del capitano Ferrenti patito nel riscaldamento a cui si è sommata l'assenza del portiere Coscia, infortunatosi nel turno precedente.

La partita poteva indirizzarsi su un binario diverso se, dopo venti secondi, Bochicchio solo davanti al portiere avesse segnato il gol del vantaggio; invece a segnare per primi sono stati gli ospiti che hanno beneficiato di una indecisione del portiere Sciascia, il quale però si è prontamente riscattato subito dopo con due interventi prodigiosi. Ma le solite amnesie difensive hanno consentito al Latiano di segnare due gol in fotocopia. Sotto 3-0 la squadra di mister Cuviello è stata brava a non mollare e con due ripartenze pressoché identiche ha accorciato le distanze con Facciuto e Martino. Gli ospiti prima dell'intervallo hanno allungato ancora,  ma ad inizio ripresa l'Essedi Maschito si è riportato nuovamente ad una lunghezza di svantaggio con il gol di Cuviello, giunto al termine di una pregevole azione di Del Cogliano e Fimmano'. Quando tutto il palazzetto auspicava il gol del pareggio un tiro non certo irresistibile di un giocatore del Latiano è finito in rete per il 5-3; a quel punto si è spenta la luce per i granata e la partita si è trascinata fino alla fine con altre tre marcature per i pugliesi, 8-3 il finale.

Ora restano cinque partite di cui due da affrontare tra le mura amiche e tre in trasferta: l'obiettivo resta quello di chiudere il campionato con almeno una vittoria.


Ufficio stampa Essedi Maschito