breaking news

15/03/2021 19:44

Nitti applaude il suo Signor Prestito: ''Una vittoria di squadra meritata, l'ha voluta il gruppo''

Tre punti preziosi nella corsa playoff che vanno ad arricchire il bilancio stagionale di un Signor Prestito tornato a sorridere nella gara che ha segnato la ripresa delle ostilità. Ed è legittima la soddisfazione di mister Lorenzo Nitti per il 3-1 imposto alla Meta.

“Si, i ragazzi hanno disputato una grande gara – spiega l'allenatore materano. - Un primo tempo bellissimo, poi nel secondo siamo un po’ calati, ma merito anche del Catania che ha aumentato i ritmi, ma ripeto la mia squadra ha disputato un’ottima gara. Abbiamo continuato sulla strada delle ottime prestazioni che ultimamente c’erano sempre state ma finalmente abbiamo ritrovato i tre punti che sono la cosa più importante. Complimenti ai ragazzi che hanno disputato una gara di cuore, di squadra e di gruppo, hanno fatto il massimo e si meritano questa vittoria".

- Quale è stata la chiave per questo successo?

“Sicuramente la voglia di vincere e di restare uniti – prosegue l’allenatore del CMB - i ragazzi non si sono abbattuti perché tre sconfitte consecutive nel morale si fanno sentire al di là di quelle che possono essere le prestazioni. Se poi ci aggiungiamo anche delle assenze fondamentali come Neto e Pulvirenti è normale che non era facile, ma in questa squadra tutti sono importanti ma nessuno è indispensabile e quindi credo che il segreto sia stato il gruppo e la voglia di vincere di questi ragazzi”.

- Sponda Catania, quale elemento ti ha messo più in difficoltà nel preparare la partita e poi nel vincerla.

“La Meta è una squadra molto organizzata guidata bene da Samperi che è uno dei migliori allenatori della Serie A, una squadra intensa che proporne un bel calcio a cinque e penso si sia visto. Però per noi era importante concentrarsi su noi stessi, su quello che prepariamo al termine di una settimana difficile perché abbiamo avuto tanti giocatori assenti. Tutti hanno dato una mano, anche i più giovani e chi lavora dietro le quinte e quindi questa vittoria è veramente di tutti. Anche il rientro in campo di Wilde si è fatto sentire, è un giocatore eterno e il suo ritorno per noi è stato fondamentale. E’ sempre uno spettacolo poterlo vedere giocare”.