breaking news

23/02/2021 23:51

Nitti, solo parole al miele per il Signor Prestito: "Orgoglioso del gruppo, ma torniamo a far punti"

Lorenzo Nitti può essere soddisfatto. Tenere testa all’Italservice Pesaro per 33’, nonostante le pesanti defezioni (Wilde, Cesaroni e Bizjak) e vedere i campioni d’Italia allungare solo nelle battute finali, può essere solo motivo di compiacimento per il giovane allenatore del Signor Prestito. Legittimo chiedere a Nitti se è maggiore il rammarico per come è andata a finire la partita o più grande l’orgoglio per la prestazione messa in campo dalla squadra


“Sicuramente l’orgoglio - la pronta risposta. - Sono orgoglioso di allenare questa squadra, i ragazzi anche quelli più giovani, hanno dato tutti una mano quando sono entrati in campo. Siamo andati oltre le difficoltà, le assenze e il fatto di avere giocatori che rientravano da infortunio. Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi se non qualche errore che ci è costato caro, davanti ad una squadra di campioni come quella del Pesaro. Però credo che se il migliore in campo è stato Michele Miarelli questo significa tanto. Ripeto, onore all’Italservice che ha meritato la vittoria, ma onore anche ai miei ragazzi che hanno dato tutto dal primo all’ultimo minuto”


- Cosa lascia questa prestazione a te e alla tua squadra per il futuro?


“Ci lascia la consapevolezza di una squadra che ha una identità chiara, di una squadra che gioca tutte le partite a viso aperto e che prova a vincere sempre con tutti, al di là delle situazioni. Abbiamo provato a fare la partita, a mettere in campo quello che potevamo col massimo rispetto dell’avversario. Dobbiamo ripartire da questo. Detto ciò, complimenti ai miei giocatori, complimenti ai ragazzi che hanno dato l’anima. Adesso testa alla Feldi Eboli: da adesso in poi conterà solo riprendere la strada dei punti”.


- Vi preparate ad affrontate una Feldi Eboli che ha cambiato tanto, inserendo giocatori di qualità. Quali le insidie della prossima giornata


“La Feldi era una squadra già fortissima ad inizio anno, se poi aggiungiamo due giocatori di livello internazionale come Patias e Grello… non ci sono dubbi che si siano rinforzati. Però anche il CMB è una squadra forte, con tanti campioni. Speriamo di poterli recuperare. Il rammarico è solo quello di non aver mai avuto per una sola partita la rosa al completo. Questo ci dispiace, e contiamo di poterla avere almeno nei momenti decisivi della stagione. Dico sempre massimo rispetto per tutti i nostri avversari, però io credo che sia più giusto pensare a noi e riprendere subito la strada dei punti”.