Olimpia, Castagna lo ammette: “È mancata un po’ di malizia. Portinari e Nardi? Prestazione positiva”

L'esordio casalingo dell'Olimpia Verona in Serie A è stato amaro per Lukaian e compagni. All'AGSM Forum infatti la formazione scaligera ha perso 5-1 contro la Sandro Abate, non riuscendo ancora a raccogliere i primi punti i massima serie. Se da un lato, come ci ha raccontato mister Luca Castagna, fatali sono stati gli errori nati da poca esperienza e malizia, è anche vero che promettenti sono state le performance dei due giovani gialloblù Pietro Portinari e Federico Nardi (quest'ultimo autore dell'unico gol veronese); due prestazioni che fanno ben sperare anche in vista dei trentaduesimi di Coppa Divisione di domani, quando l'Olimpia affronterà al PalaFranchetti la Fenice Veneziamestre.

- Mister, esordio amaro in casa contro la Sandro Abate: secondo te cosa non ha funzionato? 

"Ci è mancata un po’ di malizia e abbiamo peccato di inesperienza, componenti che dato il salto di categoria non possono mancare".

- C'è qualcosa di positivo che si può sottolineare nella prestazione di ieri? Magari il gol di Nardi o la performance di Portinari? 

"Ci sono degli aspetti positivi e tra gli altri, come dici correttamente, la prestazione di Nardi e Portinari che stanno crescendo costantemente. Un altro aspetto positivo da cui ripartire è stata l’aggressività messa in campo nel secondo tempo".

- Domani invece c'è la sfida di Coppa contro la Fenice. Che tipo di gara dobbiamo aspettarci da questo confronto con i mestrini?

"La partita di Coppa della Divisione di domani sarà un bel banco di prova per i nostri giovani che affronteranno una squadra preparata come la Fenice. Sarà sicuramente una gara difficile ma molto utile come esperienza".


l.m.