Olimpia, tempo di derby. Giannattasio: “Came squadra esperta, serve essere pronti fin da subito”

Domani sera, alle ore 18.00, l'Olimpia Verona, in occasione della tredicesima giornata di campionato, accoglierà all'AGSM Aim Forum la Came Treviso per il primo derby veneto di questa Serie A. I ragazzi di Luca Castagna, reduci dalla sconfitta nel recupero con la Feldi di una settimana fa, sono chiamati ad affrontare nuovamente una sfida davvero ardua, perché dall'altra parte c'è un avversario letteralmente indemoniato; la formazione trevigiana, guidata da Sylvio Rocha, arriva infatti all'ombra dell'Arena forte di cinque vittorie consecutive - l'ultima delle quali ottenuta contro la capolista Olimpus Roma - che in poco tempo l'hanno proiettata nelle zone più nobili della classifica. Per tenere testa a Belsito e compagni sarà quindi necessario per gli scaligeri disputare un match sulla falsa riga di quanto visto nel primo tempo con la Feldi, senza però avere cali nella ripresa. Ed è proprio da un'analisi rapida di quanto accaduto sabato scorso contro gli ebolitani che insieme al laterale dei veronesi Dario Giannattasio ci siamo avvicinati al match di domani.

- Dario, la sfida con la Feldi non è andata per il meglio, ma c'è qualcosa che si può salvare da quella sconfitta? 

"Con la Feldi di sicuro salviamo il primo tempo dove abbiamo avuto l'approccio aggressivo giusto e siamo riusciti a stare in partita, mentre nella ripresa abbiamo avuto un blackout negativo che ha di fatto consegnato a loro la vittoria".

- Adesso vi attende una partita molto difficile contro una Came Treviso in grande forma. Quali sono le caratteristiche dei biancoblu a cui dovrete prestare maggiormente attenzione? 

"Abbiamo studiato la Came, una squadra unica nella sua marcatura a zona con una prima linea che aggredisce la palla. Inoltre, sono una formazione molto esperta con uno dei migliori allenatori del campionato e lo stesso blocco di giocatori da anni quindi dovremo farci trovare subito pronti".

-  Voi non avete avuto lo stop per la nazionale, proprio per il recupero contro la Feldi. Questo vi può aiutare ad avere più slancio rispetto alla Came per approcciare questa partita?

"Credo che non aver avuto la sosta ci abbia penalizzato perché siamo una rosa corta e fare tante partite ravvicinate ci crea difficoltà, ma questo non deve essere  un alibi; insieme allo staff lavoriamo al meglio per arrivare pronti a ogni gara".


l.m.