Olimpia Verona, ora serve continuità. Caique Lemes: “Non cambiamo la voglia di una settimana fa”

Rinvigorita dal primo storico punto in Serie A conquistato una settimana fa contro la Came Treviso, l'Olimpia Verona si prepara ora alla trasferta di domani quando chiuderà l'anno in casa del Ciampino. Una partita insidiosa quella che attende gli scaligeri, ma la voglia di dare continuità alla prestazione di sabato scorso potrebbe dare ai ragazzi di Luca Castagna la giusta spinta per evitare di tornare in Veneto a mani vuote. A fare il punto della situazione alla vigilia del match è stato quindi per noi il centrale brasiliano dei veronesi Caique Lemes.

- Caique, dopo il buon pareggio con la Came che vi ha consegnato il primo storico punto in Serie A, con che spirito arrivate alla sfida contro il Ciampino? 

"Nella settimana della partita contro la Came avevamo lavorato bene e studiato la loro squadra, un avversario molto forte e nonostante alcune assenze siamo riusciti a conquistare il primo punto in campionato, qualcosa che per noi giocatori che viviamo di questo è importante, anche perché nessun atleta o squadra vorrebbe avere zero punti in un campionato competitivo come la Seria A".

- Nello specifico, quali caratteristiche avete migliorato in questi giorni su cui farete poi affidamento nella trasferta di sabato? 

"Per quanto riguarda come affronteremo la squadra di Ciampino, non possiamo cambiare la voglia di vincere che abbiamo avuto nella partita precedente; speriamo di fare una buona gara in trasferta. Credo che pian piano una parte di ogni atleta stia migliorando, ognuno si sta mettendo in testa cosa vuol dire competere in Serie A. Andiamo a Ciampino in cerca di vittoria, concentrati e sperando di essere una squadra molto forte, in salute".

- Che avversario dovrete affrontare? Quali caratteristiche del Ciampino dovrete tenere d'occhio? Le dimensioni del campo potrebbero incidere sulla vostra prestazione?

"Sfidiamo una squadra molto forte, capace di far male anche sui calci da fermo. Per quanto riguarda il campo, secondo me è un fattore che non interferisce, cambia solo che ci sarà una partita di più contatto fisico. Su di me in particolare non influisce in alcun modo il fatto che il campo sia più piccolo".


l.m.






Foto: Facebook Olimpia Verona