Olimpia, visita al Mantova degli ex. Castagna non molla: “Invertiamo la rotta, specie mentalmente”

La notte di Halloween ha giocato un altro brutto scherzetto all’Olimpia Verona, sconfitta a Cosenza per 5-1 con la Pirossigeno nel turno infrasettimanale della quinta giornata di campionato. Il calendario però si dimostra in qualche modo benevolo, perché offre subito un’altra chance di riscatto per cercare i primi punti in stagione: sabato c’è infatti il derby con il Mantova degli ex Milella, Leleco, Donin e Mascherona, reduce tra l’altro dalla pesante debacle di Genzano. A fare il punto della situazione in casa scaligera prima della trasferta in terra virgiliana è l’allenatore Luca Castagna.

- Cosa non ha funzionato a Cosenza?

“Purtroppo, nonostante siamo stati in partita e il passivo sia stato troppo pesante, abbiamo commesso delle leggerezze che nel momento più importante della partita, sull’1-1, ci sono costate caro”.

- C’è da dire che se quel clamoroso colpo di tacco di Lukaian avesse trovato più fortuna, la gara sarebbe potuta andare in altro modo…

“Quelli sono episodi che possono cambiare una partita; se fosse entrata la palla, avremmo fatto il 2-2. Ripeto, sono episodi: il futsal è fatto anche di questo e al momento gli episodi non ci stanno girando bene. Dobbiamo lavorare per migliorare”.

- Con il Mantova sarà un derby speciale non solo per la rivalità storica e geografia, ma anche perché davanti avrete mister Milella, Leléco, Donin e Mascherona, che hanno lasciato il segno a Verona e che immaginiamo siano stati importanti, specie i primi due, nella tua crescita come tecnico. Conoscendo in parte l'avversario, che Mantova ti aspetti di dover fronteggiare? 

“Sono sicuro che troveremo un Mantova deciso a trovare la vittoria. È una squadra quadrata e con carattere, non sarà una partita facile ma anche noi cercheremo di dare una svolta alla nostra stagione. Sarà un piacere ritrovare mister Milella, Leléco, Donin e Mascherona con cui abbiamo condiviso dei bei momenti nelle stagioni passate”.

- Pensi che a questo punto la sfida con il Mantova sia quasi obbligatoria da vincere?

“Non credo che sia obbligatorio vincere, ma dobbiamo invertire la rotta il prima possibile, soprattutto a livello mentale. E questo lo potremo fare ottenendo un risultato positivo che non è ancora arrivato, nonostante alcune buone prestazioni”.

- Che messaggio lanceresti ai tifosi in questo momento complicato?

“Non perdere la fiducia. Sapevamo che sarebbe stata dura, ma continueremo a dare il massimo per muovere la classifica e cambiare la situazione”.


l.m.








Foto: Sporting Sala Consilina